FuoriSalone di Milano: incosciente decalogo per fraintendere l’evento

FuoriSalone di Milano: incosciente decalogo per fraintendere l’evento

In corrispondenza del salone internazionale del mobile, per le trade di Milano va in scena il “Fuorisalone”. Nato in maniera spontanea negli anni ’80 dalla volontà di aziende del settore dell’arredamento e del design industriale, oggi è un appuntamento importantissimo che riempie le vie della città di installazioni, esposizioni, mostre che hanno “sconfinato” anche nei settori tecnologici, di automazione, arte, moda e cibo. Un appuntamento davvero imperdibile per i design addicted, che in italiano sarebbe “drogati del design”, ma suona malissimo.

Duomo Milano

duomo

Dovete avere un po’ di confidenza con l’inglese per muovervi fra Lambrate-Ventura, via Tortona e Brera. Il termine anglosassone è fondamentale infatti per mimetizzarsi nella Milano Design Week e scroccare i vari aperitivi gratis che i buffet degli stand offrono. Se entrate e dite semplicemente: “bello qui!”, siete fregati. Se invece attraversate la porta con passo sicuro e, ad alta voce, magari aggiustandovi la sciarpa, esclamate: “questo open space trasuda glamour, ha un tocco vintage che conquista, sarà style leader quest’anno…” dopo potete buttarvi sulle pizzette senza che nessuno vi guardi brutto.

Tram a Lambrate Milano

tram

Comunque, anche se, come me, non capite nulla di design, il FuoriSalone merita una visita per il gran via vai di persone, per l’atmosfera internazionale che investe Milano, per la possibilità di vedere allestimenti davvero suggestivi e per qualche sorprendente spunto qua e là. Se siete come me, molti oggetti ed “espressioni” non le capirete ma vi potrete divertire a dare la vostra interpretazione. Per aiutarvi nell’impresa ecco a voi il mio personalissimo:

Incosciente decalogo per fraintendere il FuoriSalone (utili consigli per non fare ciò che ho fatto io)

1) Di fronte a questa opera con scala, non rivolgersi all’artista con queste parole: “Vedo che sei rimasto indietro, se vuoi ti do una mano a finirla prima che arrivi il grosso dei visitatori”. La scala fa parte dell’opera.

scala

2) Non sedersi su questa poltrona rosa. Non è li per farvi riposare.

poltrona

3) Non rivolgetevi a questo artista dicendo:”avrebbe un succo ACE?” Non è un bar.

tea

4) Farsi spiegare come si fa a convincere una donna a spogliarsi prospettandole la comparsa su un quadro con delle sagome blu sotto le sue foto.

donna

5) Osservare a lungo quest’opera chiedendosi come mai il pittore, ad un certo punto, abbia scelto di abbandonare la pittura per darsi alla musica. O come mai il musicista abbia deciso di abbandonare la musica per darsi alla pittura.

trombe

6) Sorridere a queste ragazze dicendo loro: “Anche mia sorella giocava con la casa di Barbie quando aveva 4 anni”

casadibarbie

7) Mi sfugge completamente la definizione di Mocassino da casa per il viaggio. Per il viaggio o per casa? Ma soprattutto: Davvero lo fareste indossare a dei bambini? Chiedere lumi a Briatore.

pantofole

8) Vale come bagaglio a mano?

500

9) Questa è una parete luminosa che riproduce la pioggia. Lasciando cadere sulla lingua “lacrime di pioggia” appositamente rinchiuse in un bottiglino e fornite da una bella ragazza, si poteva stare ad osservarla per alcuni minuti. Bella, ma la battente precipitazione caduta su Milano dalle 9 alle 16 era molto più in 3D.

pioggia

10) Evitate di entrare in questa stanza e urlare trionfanti:”Scacco matto!”

scacchi

Chi mi legge, sa che amo fare lo stupido (anche per mascherare la mia rinomata ignoranza) ma, come ho scritto, il FuoriSalone è davvero un evento unico che vale la vostra attenzione. Date un’occhiata ai quadri esposti per le vie di Brera con fotomontaggi di personaggi politici, sono molto divertenti; mi ha colpito lo spazio Missoni per eleganza e suggestione, quello della Lexus per il bel gioco di specchi, le installazioni dell’Università Statale che tanto hanno fatto discutere e un’oasi di pace, dietro l’accademia di Brera, che è il delizioso orto botanico.

fotomontaggio di Angela Merkel Milano

merkel

Missoni FuoriSalone Milano

missoni

Orto botanico Brera Milano

orto

Godetevi il FuoriSalone! Per quanto mi riguarda, il prossimo anno, torno studiato. ;)