Dalla cupola in vetro ai graffiti dell'ex Muro passando per piazze e castelli: quali sono le cose da non perdere per chi visita Berlino in 3 o 4 giorni?

https://www.google.com/maps/d/u/0/embed?mid=1Mf7j3CMnse4vfOgbwWYXUXeTQEk

All'avanguardia, creativa ed energica: Berlino da città grigia e triste qual era, è oggi il simbolo della rinascita tedesca. Sia dal punto di vista estetico grazie alle sue architetture moderne che ancora di più dal punto di vista culturale. Musei, gallerie e locali, ma anche un passato antico e un altro recente di difficile digestione: Berlino offre parecchio al visitatore, soprattutto se alla sua prima visita.

Le cose da vedere sono davvero tante, per questo se si vuole visitare Berlino in 3 giorni o eventualmente in 4 giorni, serve sapere bene una cosa: la città è grandissima. Organizzatevi da subito di modo che non si perda tempo prezioso.

Ecco un itinerario per vedere Berlino in 3 o 4 giorni, a seconda della disponibilità di tempo, per assaporare questa città a fondo.

1° giorno

Punto di partenza: Alexander Platz (1), importante piazza di Berlino considerata il centro della parte orientale e presente anche in una canzone di Battiato "Alexander Platz" per l'appunto. Qui volendo si può salire sulla Torre della Televisione per ammirare il panorama della città dall'alto, ma valutate bene i tempi o un eventuale prenotazione visto che spesso ci sono code chilometriche.

Si prosegue poi con la visita al Museo DDR (2) che racconta gli anni della Repubblica Democratica Tedesca e gli anni della Berlino divisa dal muro. A molti piace ad altri no, ma sicuramente si tratta di un museo moderno come allestimento e interattivo che cerca di far capire allo spettatore la storia. Se non vi appassiona a pochi passi c'è il Duomo di Berlino.

Visitare Berlino però senza capirne la storia è quanto di più sbagliato si possa fare (a mio parere) di conseguenza vivamente consigliata una visita guidata per conoscere Berlino Est, la sua storia, il suo muro e quello che significò per i tedeschi che si videro da un giorno all'altro una separazione netta. Consigliato: Visit Berlin, un tour che parte da Postdamer Platz (3) e termina a East Side Gallery ovvero l'ex muro di Berlino.

Alexander Platz - Foto di Simona Scacheri
Alexander Platz - Foto di Simona Scacheri

2° giorno

Oggi si inizia dall'Isola dei Musei (4) di buon ora per evitare il più possibile le code dal momento che questa zona è sicuramente una delle più importanti al mondo, non solo a Berlino, in fatto di musei. A questo punto sta a voi la scelta, ma visto il tempo, serve visitarne massimo uno. Pergamon Museum, per gli amanti della storia dell'arte o Neus Museum per chi è affascinato dalla storia egizia: questi i due più famosi.

Dopo un bel pranzo si prosegue dedicandosi al Mitte ovvero il quartiere centrale. Si passeggia per la via principale Unter Den Linden (5) con i suoi bar e ristoranti poi Friedrichstrasse con i negozi alla moda e Bebelplatz. Si arriva così a Gendarmenmarkt (6), una piazza bellissima dove fermarsi. Si prosegue poi arrivando al Checkpoint Charlie, decisamente molto turistico e poco reale e si finisce la giornata con la Topografia del Terrore (7). Stanchi, ma soddisfatti dalle tante cose viste.

Gendarmenmarkt - Foto di Pixabay
Gendarmenmarkt - Foto di Pixabay

3° giorno

Oggi si dedica la mattina alla visita della cupola del Reichstag (8) ovvero del Parlamento, una tappa di quelle da non perdere. Il Palazzo del Reichstag, costruito nel 1894, è noto ai visitatori grazie alla sua bellissima cupola in vetro costruita da Norman Foster e capace di regalare uno sguardo su tutta la città. Importante però tenere presente che si può accedere solo su prenotazione e quindi serve muoversi con anticipo. Una volta terminata questa visita si prosegue in direzione della Porta di Brandeburgo (9), simbolo di Berlino presente in quasi tutte le foto, un selfie qui rischia quasi di essere d'obbligo. E poi con stato d'animo diverso si arriva al Memoriale dell'Olocausto (10). E qui il silenzio vi avvolgerà come è giusto che sia. (Non serve dire di non fare nessun selfie qui vero?).

Cupola del Reichstag - Foto di Simona Scacheri
Cupola del Reichstag - Foto di Simona Scacheri

4° giorno

Berlino in 4 giorni permette di continuare a vedere cose magnifiche di questa città e quindi oggi si parte da Kurfurstendamm (11) per una lunga passeggiata (questa via è lunga 3,5 km) fino al Castello di Charlottenburg (12), di grande bellezza nonché il palazzo storico più grande rimasto a Berlino. A questo punto potete scegliere se pranzare nel quartiere di Charlottenburg o se prendere la metro e andare a Friedrichshain (13), il quartiere un po' hipster e un po' universitario pieno di locali alternativi e posti in cui si serve il brunch. La domenica è quasi d'obbligo grazie anche ai numerosi mercatini vintage che si tengono in zona.

Castello di Charlottenburg - Foto di Simona Scacheri
Castello di Charlottenburg - Foto di Simona Scacheri

Fuori itinerario ma non perdere in alcun modo: il muro di Berlino. Se fate la visita guidata lo vedete il primo giorno, ma se anche non la fate... East Side Gallery (14) il nome, dal momento che oggi - per fortuna - è ormai una "tela" d'arte per i writers.


Photo Credit

Foto di copertina: Il palazzo di Charlottenburg a Berlino - By Times - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2227379