Con le sue alture impervie, i laghi vulcanici e la folta vegetazione, São Miguel è la meta prediletta dagli appassionati delle escursioni into the wild.

Conosciuta come "l'isola verde del Portogallo", São Miguel è la più grande delle Azzorre, la destinazione perfetta per chi ama immergersi nella natura selvaggia, lontano dal rumore del traffico e dal chiasso dei turisti.

Spiagge

Miradouro da Fonte do Buraco, Maia, ilha de São Miguel - picture by José Luís Ávila Silveira/Pedro Noronha e Costa - Own work. Licensed under Public Domain via Wikimedia Commons

Nonostante il clima delle Azzorre non sia l'ideale per il classico turismo da spiaggia, a São Miguel ci si trova davanti a litorali selvaggi e paesaggi marini mozzafiato. Tra le più note, spiccano quella di Monte Verde a Ribeira Grande, con la sua caratteristica sabbia scura, e quelle dell'isolotto di fronte a Vila Franca do Campo, dove la rigogliosa vegetazione si spinge fin sulla riva. Lagoa do Foco, situata nell'entroterra, è un antico cratere vulcanico con un meraviglioso lago creatosi al suo interno. Immancabile un bagno alla Caldera Velha, una cascata dalle acque sorgive color ocra, calde e ricche di sali minerali.

LEGGI ANCHE: Le dieci migliori spiagge dove fare surf in Portogallo!

Cosa fare

Una delle esperienze più originali da fare sull'isola è il cosiddetto Moby Dick Tour. A bordo di una piccola nave, salperete verso il mare aperto, dove potrete avvistare balene e delfini (www.mobydick-tours.com). Per gli amanti del surf, l'indirizzo da tenere a mente è l'Azores Surf Center di Ribeira Grande, uno dei migliori sull'isola, che offre attrezzature, corsi e alloggio nei pressi di Santa Barbara Beach. Se la vostra passione è l'esplorazione subacquea, non potrete perdervi i meravigliosi fondali al largo di Vila Franca do Campo; l'Azores Sub Dive Center organizza immersioni guidate. Se, invece, preferite la vela, potete contattare Azoresailing (www.azoresailing.com).

Cosa vedere

Portas p delgada - [picture](https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/91/Portas_p_delgada.jpg) by [Carlos Luis M C da Cruz](https://commons.wikimedia.org/wiki/User:Carlos_Luis_M_C_da_Cruz) - Own work. Licensed under Public Domain via [Wikimedia Commons](https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Portas_p_delgada.jpg#/media/File:Portas_p_delgada.jpg) - Own work. Licensed under Public Domain via Wikimedia Commons)

La città principale dell'isola, Ponta Delgada, ha dimensioni contenute e può tranquillamente esser visitata in una giornata. I suoi edifici bianchi sono impreziositi da tasselli grigio scuro di basalto e presentano graziosi balconi in ferro battuto. La Porta di Citade si trova nella piazzetta centrale: i suoi tre archi sono famosi per essere il simbolo della città. Consigliatissimo un trekking-tour alla Caldeira das Sete Cidades, una riserva naturale con due laghi gemelli di origine vulcanica e l'altura di Miradouro do Rei, da cui si gode una vista sull'oceano e sulle colline circostanti.


Sapori e vita notturna

Ristoranti

A dispetto del nome, il Bar Caloura di Lagoa non è un semplice bar ma un vero ristorante, con terrazza all'aperto e vista sul mare, che offre piatti tradizionali di pesce fresco e molluschi: molto popolare è una varietà di cozza patella locale, la lapa, che viene mangiata grigliata, fritta o cruda. Da provare anche l'ottimo baccalà e i calamari del ristorante O Cordeirinho, nel piccolo villaggio di Lomba da Maia. Al Cais 20 a Ponta Delgada meritano decisamente un assaggio la gustosissima zuppa di cernia con verdure al cartoccio, il risotto di mare, il tutto accompagnato da profumato vino locale e coronato dal tipico dessert di formaggio di capra, la queijada.

Locali e vita notturna

La movida di São Miguel si svolge prevalentemente a Ponta Delgada. A Baìa dos Anjos potrete ascoltare musica 'graffiata' dai DJ più famosi. Da segnalare, specialmente per le feste a tema, il Nightclub Kbar, forse il più chic di tutta l'isola.

SalvaSalva