Una vita intera non sarebbe sufficiente per vedere tutti i palazzi, le chiese e i monumenti Roma ha da offrire. Figuriamoci un viaggio. Da dove cominciare? Se avete in programma una visita nella città eterna, ecco una panoramica dei 30 monumenti Roma più significativi.

1. Colosseo

Da circa duemila anni è il simbolo di Roma. Il nome originario in realtà era Anfiteatro Flavio perché innalzato durante la dinastia dei Flavi tra il 70 e l'80 d.C. Con la sua pianta ellittica e una circonferenza di 527 metri è il più grande anfiteatro mai costruito. I suoi spalti potevano ospitare oltre 50 mila spettatori per assistere a combattimenti di gladiatori e bestie feroci, spettacoli, circhi, giochi ed esecuzioni pubbliche. the-colosseum-2182384_1920.jpg?1558943594

Colosseo Roma - Ph. Credit: Sung Rae Kim - Pixabay - https://pixabay.com/photos/the-colosseum-roman-italy-2182384/

2. Ara Pacis

Custodito all'interno della moderna struttura in vetro e marmo progettata dall'architetto americano Richard Meier, l'affascinante Altare della Pace risale al 13 a.C. Costruito per celebrare le vittorie dell'imperatore Augusto in Spagna e in Gallia, che diedero inizio a un lungo periodo di pace, il monumento marmoereo è ricoperto da fregi e rilievi che raffigurano personaggi e fatti dell'epoca.

3. Monumento a Vittorio Emanuele II

L'imponente monumento a Vittorio Emanuele II, primo re dell'Italia unificata, domina la scenografica Piazza Venezia. Costruito a fine Ottocento in stile neoclassico e conosciuto anche come Vittoriano, è tra i simboli della patria italiana, caratterizzato da una grandiosa scalinata, terrazze, statue, colonnati in marmo bianco. Racchiude l'Altare della Patria, sormontato dalla statua della dea Roma, con la tomba del Milite Ignoto, che rappresenta tutti i caduti e dispersi in guerra.

vittorio-emanuele-monument-298412_1920.jpg?1558943740

Monumento a Vittorio Emanuele II Roma - Ph.Credits: Elijah Lovkoff - Pixabay - https://pixabay.com/photos/vittorio-emanuele-monument-rome-298412/

4. Pantheon

Innalzato nel 27 a.C. come tempio pagano dedicato a tutti gli dei e successivamente riedificato sotto l'impero di Adriano, è l'edificio meglio conservato tra i più antichi monumenti Roma. Per la sua forma circolare con un diametro di 43 metri, pari all'altezza, è un esempio di grande abilità architettonica e ingegneristica.

Nella sua cupola si apre un ampio foro, detto oculo, che è l'unica fonte di luce dell'edificio. Nel VII secolo fu consacrato come chiesa cristiana e da allora è diventato il pantheon della nazione, dove sono sepolti personaggi illustri, tra cui il pittore Raffaello e alcuni Re d'Italia. pantheon-3398466_1920.jpg?1558943908

Panthen Roma - Ph. Credit: djedj - Pixabay - https://pixabay.com/photos/pantheon-rome-italy-architecture-3398466/

5. Castel Sant'Angelo

Fu l'imperatore Adriano, nel II secolo d.C., a volere questa imponente costruzione cilindrica in riva al Tevere come mausoleo per sé e la sua famiglia. A quel tempo era l'edificio più alto della città. In seguito, visto la sua vicinanza al Vaticano, fu trasformato dai papi in fortezza, con tanto di corridoio segreto usato più volte come via di fuga da attacchi nemici. All'interno ci sono ancora gli appartamenti papali con gli arredi e gli affreschi originali. Deve il nome all'Arcangelo Michele, apparso a Papa Gregorio Magno durante la peste del 590, raffigurato nella maestosa statua che svetta sul torrione. rome-2462105_1920.jpg?1558943994

Castel Sant'Angelo Roma - Ph. Credit: Bernd Buchfeld - Pixabay - https://pixabay.com/photos/rome-castel-sant-angelo-italy-2462105/

6. Ponte Sant'Angelo

Il più affascinante ponte sul Tevere fu fatto costruire in origine dall'imperatore Adriano per collegare il proprio mausoleo alla città. L'aspetto attuale risale però al XVII secolo, quando papa Clemente IX commissionò al Bernini le splendide statue che adornano i parapetti del ponte, diventato nel frattempo il passaggio sulla strada verso la Basilica di San Pietro.

7. Piramide Cestia

Vicino alla stazione Ostiense, sembra una piramide egizia di dimensioni ridotte capitata chissà come nella città eterna. In realtà fu fatta erigere da Caio Cestio, un uomo politico dell'antica Roma, come proprio monumento funerario. E' in buone condizioni perchè a lungo incorporata nelle mura aureliane, che l'hanno preservata dal degrado del tempo.

8. Terme di Caracalla

Il complesso termale dell'imperatore Caracalla era tra i più estesi e sfarzosi bagni della Roma antica, tutti marmi, affreschi e mosaici. Completate nel III secolo d.C., le terme di Caracalla erano in realtà un centro sportivo a tutti gli effetti, con bagni caldi e freddi, piscina, saune, sale di ginnastica e di ritrovo abbellite da cupole, colonnati e giardini.

9. Circo Massimo

Strategicamente situato tra i colli Palatino e Aventino, risale al 50 a.C., quando veniva utilizzato soprattutto per le corse dei carri, competizioni molto popolari in epoca augustea. Particolarmente imponente, poteva ospitare fino a 250 mila spettatori e veniva utilizzato anche per spettacoli di giochi e combattimenti di gladiatori

10. Foro Romano

Questa vasta zona monumentale nel centro della città era il cuore della vita pubblica e religiosa della Roma antica. Nell'area compresa tra il Campidoglio, il Palatino, il Colosseo e la via dei Fori Imperiali, aperta in epoca fascista, erano concentrati mercati, templi, commerci, tribunali, edifici governativi e luoghi d'incontro. Il nucleo originario risale al VII secolo a.C. e tra le sue rovine sono stratificati secoli della storia dell'Impero Romano. Racchiude numerosi monumenti Roma antica, tra cui i templi di Castore e Polluce, di Saturno e di Vesta, la Curia, l'Arco di Settimio Severo e quello di Tito. Tra le rovine del Foro Romano si trovano anche le chiese di S. Maria Antiqua, di S. Francesca Romana e dei SS. Luca e Martina, di epoche successive. italy-1633686_1280.jpg?1558944167

Foro Romano - Ph. Credit: Dominique Devroye - Pixabay - https://pixabay.com/photos/italy-rome-roman-forum-1633686/

11. Fori Imperiali

Alla decadenza dell'antico Foro Romano si contrappongono i nuovi Fori Imperiali, centri della vita religiosa, politica, amministrativa e mercantile, che si svilupparono attorno a vaste piazze circondate da importanti edifici, templi, librerie, costruiti tra il 46 a.C. e il 113 d.C. dagli imperatori Cesare, Augusto, Nerva, Traiano, di cui restano suggestive rovine.

12. Mercati di Traiano

Parte del Foro di Traiano, era praticamente il centro commerciale degli antichi romani. Caratterizzato da una monumentale facciata semicircolare, tra le sue mura riuniva commerci e magazzini di vario genere. Costruito da Apollodoro di Damasco, è tra le parti meglio conservate dei Fori Imperiali e ospita spesso mostre ed eventi.

13. Tempio di Giove

Quello dedicato a Giove era il più maestoso e importante dei templi che sorgevano sul Campidoglio. Voluto da Tarquinio Prisco nel VI secolo a.C. era ornato da imponenti statue.

14. Porta Pia

Una delle tante porte delle mura aureliane, è opera di Michelangelo Bonarroti, commissionata da Papa Pio IV, da cui prende il nome. Oltre che per il suo valore architettonico, è passata alla storia perché nei suoi pressi si svolse la battaglia risorgimentale che culminò con l'apertura della Breccia di Porta Pia e la conseguente presa di Roma da parte delle truppe del Regno d'Italia.

15. Mausoleo di Augusto

Nella zona del Campo Marzio rimangono solo le rovine di quello che fu il monumentale Mausoleo di Augusto, che in origine consisteva di quattro centri concentrici sovrapposti per un diametro totale di oltre 80 metri. Oltre ad Augusto e a suoi familiari, qui furono sepolti anche altri imperatori, tra cui Tiberio e Caligola.

16. Arco di Costantino

A fianco del Colosseo, su quella che un tempo era la Via Trionfale, è il monumentale arco eretto dal Senato in onore dell'imperatore Costantino per celebrare la vittoria di Ponte Milvio del 312 d.C. Le facciate marmoree sono ricoperte di iscrizioni in latino, fregi e bassorilievi con scene di battaglie ed episodi delle imprese degli imperatori romani. rome-1473043_1920.jpg?1558944336

Arco di Costantino Roma - Ph. Credit: lorenzogallo - Pixabay - https://pixabay.com/photos/rome-arch-of-constantine-colosseum-1473043/

17. Colonna di Traiano

Con i suoi 42 metri, dal 113 d.C. svetta sul Foro di Traiano. Celebra le vittorie dell'imperatore Traiano contro i Daci, minuziosamente narrate nel ciclo di bassorilievi che ricoprono la colonna.

18. Bocca della Verità

Un grande mascherone marmoreo posto nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin, situata tra il Circo Massimo e il Tevere. Raffigura un volto maschile, forse quello del dio Nettuno, e secondo la credenza popolare sarebbe una sorta di macchina della verità ante litteram con il potere di mordere la mano dei bugiardi. Provare per credere!

19. Fontana di Trevi

Non puoi dire di essere stato a Roma se non vieni a gettare una monetina nella scenografica Fontana di Trevi, un irrinunciabile rito porta fortuna.

La fontana più grande della città e tra i monumenti Roma più famosi nel mondo, fu progettata nel 1762 da Nicolò Salvi per Papa Clemente XII. Situata alla confluenza di tre vie, da cui il nome, è addossata a Palazzo Poli e raffigura un ambiente di scogli e cascatelle con al centro Nettuno su un cocchio trainato da cavalli e tritoni. fontana-176931_1920.jpg?1558944438

Fontana di Trevi Roma - Ph. Credit: timmz - Pixabay - https://pixabay.com/photos/fontana-di-trevi-italy-176931/

20. Fontana dell'Acqua Paola

E' il "fontanone" della famosa canzone Roma Capoccia di Antonello Venditti. Così infatti è conosciuta dai Romani la grande fontana barocca sulla collina del Gianicolo fatta costruire da Papa Paolo V nel 1610 come mostra terminale dell'acquedotto dell'Acqua Paola. Merita una visita anche per il panorama che si può ammirare dalla sua suggestiva posizione.

21. Fontana dei Quattro Fiumi

Dal 1651 questo capolavoro di Gianlorenzo Bernini campeggia al centro della magnifica Piazza Navona, fiancheggiata dalle fontane del Moro e del Nettuno. Voluta da Papa Innocenzo X, raffigura i grandi fiumi dei quattro continenti, Nilo, Gange, Danubio e Rio de la Plata, personificati da imponenti figure di marmo con piante e animali delle rispettive regioni, disposte attorno a un obelisco proveniente dal Circo di Massenzio.

22. Scalinata di Trinità dei Monti

Anche se non è un monumento vero e proprio, con i suoi 138 gradini la settecentesca Scalinata di Trinità dei Monti è una delle principali attrazioni turistiche di Roma. Collega Piazza di Spagna, dove già nel '600 si trovava l'ambasciata spagnola presso la Santa Sede, alla chiesa francese di Trinità dei Monti, da cui si gode un favoloso panorama sui tetti di Roma. spanish-steps-2676923_1920.jpg?1558944545

Scalinata di Trinità dei Monti Roma - Ph. Credits: ptra - Pixabay - https://pixabay.com/photos/spanish-steps-rome-italy-2676923/

23. Colonna di Marco Aurelio

Eretta tra il 176 e il 190 in onore dell'imperatore Marco Aurelio per celebrarne le vittorie riportate sui Germani, campeggia al centro di piazza Colonna, di fronte a Palazzo Chigi. Misura circa 30 metri ed è interamente ricoperta da una spirale di pregevoli bassorilievi che raffigurano scene delle campagne militari dell'imperatore. In cima si trova una statua di San Paolo, fatta apporre da Papa Sisto V nel '500.

24. Teatro di Marcello

Fatto costruire nel 13 a.C. da Augusto nella zona di Campo Marzio, vicino al Tevere, porta il nome dell'erede designato dell'imperatore, morto però prematuramente. Di forma semicircolare, poteva ospitare circa 20 mila persone. E' alla sua architettura esterna che si ispirarono in seguito i costruttori del Colosseo.

25. Domus Aurea

Tra le maggiori attrazioni di Colle Oppio c'è sicuramente quella che fu la sfarzosa dimora dell'imperatore Nerone, teatro di feste e banchetti dopo il disastroso incendio del 64 a.C. Famosa per le pareti ricoperte d'oro, da cui il nome, affreschi e mosaici di pietre preziose, fu in parte demolita o sepolta sotto altri edifici dai suoi successori.

26. Mausoleo delle Fosse Ardeatine

Il monumento commemorativo dei martiri delle Fosse Ardeatine sorge nel luogo in cui il 24 marzo 1944 si consumò l'eccidio di 335 uomini, tra civili e militari italiani, da parte delle SS in rappresaglia dell'attentato di via Rasella del giorno precedente. Oltre alla cripta con le tombe dei martiri, il complesso comprende anche la grotta dove furono rinvenute le salme dei trucidati e il gruppo scultoreo in travertino Le tre età di Francesco Coccia.

27. Terme di Diocleziano

Grandi il doppio di quelle di Caracalla, erano le terme più estese e imponenti della Roma antica. Aperto nel IV secolo d.C., il complesso si estendeva su un'area di circa 14 ettari e disponeva di centinaia di vasche, tepidarium, calidarium e frigidarium, palestre, sale di ritrovo e colonnati, andati distrutti e saccheggiati nei secoli, per cui oggi di tanta magnificenza restano solo rovine.

28. Area Sacra dell'Argentina

Venuti alla luce quasi casualmente durante una campagna di scavi negli anni Venti, i templi dell'Area Sacra dell'Argentina risalgono al III secolo a.C. Non essendo stato possibile attribuirne il nome, vengono indicati con le lettere dell'alfabeto: A, B, C e D.

29. Palatino

Secondo la leggenda, su questo colle si trovava la tana della lupa che allattò Romolo e Remo. Più prosaicamente, è possibile che in quest'area abitata fin da tempi immemorabili si sia creato il nucleo originario della Roma imperiale. Durante il periodo repubblicano notabili e imperatori vi costruirono le loro sontuose domus e palazzi, di cui restano affascinanti rovine. Merita una visita per il suggestivo panorama sul Foro Romano.

30. Porta Maggiore

Fatta erigere nel 52 d.C. dall'imperatore Claudio e successivamente inglobata nelle Mura aureliane, questa porta monumentale è formata da un doppio arco che supportava due acquedotti: Aqua Claudia e Anio Novus. Sotto gli archi passavano la Via Prenestina e la Via Labicana, chiamata oggi Casilina.