A dicembre inizia il periodo migliore per visitare Cuba e i suoi splendori: perché non passare le vacanze di Natale al caldo?

Mentre qui in Europa il freddo invernale è ormai arrivato, ai Caraibi si apre la stagione migliore: Natale è infatti il periodo perfetto per visitare Cuba e tutte le sue meraviglie, dalle lunghissime spiagge di finissima sabbia bianca alle piazze che raccontano la storia di questa piccola grande isola. Cuba è senz'altro la destinazione migliore per chi vuole passare le vacanze natalizie al caldo: pronti a preparare la valigia?

1. L'Havana: tutta la storia dentro alla capitale

Le strade de L'Avana Vecchia sono tutte da scoprire, lasciatevi entusiasmare! Photo by Margherita Visentini, Courtesy of © Margherita Visentini.
Le strade de L'Avana Vecchia sono tutte da scoprire, lasciatevi entusiasmare! Photo by Margherita Visentini, Courtesy of © Margherita Visentini.

Punto di partenza d'obbligo è sicuramente L'Avana, capitale a nord-ovest dell'isola, che nel 1982 è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità.

La zona più antica della città è L'Avana Vecchia, un miscuglio di architetture differenti che testimonia i vari domini che si sono succeduti, dagli spagnoli fino agli americani. E' anche la zona più turistica della città, con i suoi locali e bar come il famoso La Bodeguita del Medio (C. Empedrado tra Cuba e San Ignacio), dove Hemingway inaugurava le sue serate con un mojito al bancone del bar.

Una passeggiata per il Malecòn, il lungo mare de L'Avana, vi lascerà senza fiato (letteralmente), con i suoi otto chilometri di costa e la vista sull'orizzonte aperto. Tantissimi i palazzi e le piazze protagoniste della storia dell'isola, come la Plaza de la Revolucion, con la mitica effige di Che Guevara.

LEGGI ANCHE: Da Okinawa a Cuba: scoperto il segreto dell'immortalità!

Immergetevi nella cultura locale e scoprite la storia recente di quest'isola. Photo by Margherita Visentini, Courtesy of © Margherita Visentini.
Immergetevi nella cultura locale e scoprite la storia recente di quest'isola. Photo by Margherita Visentini, Courtesy of © Margherita Visentini.

2. Santiago di Cuba: tra passeggiate e rum

La seconda città di Cuba, per estensione e importanza, è Santiago, all'estremità opposta dell'isola rispetto a L'Avana.

By nl:Gebruiker:Marc_G Marc G  , via Wikimedia Commons
By nl:Gebruiker:Marc_G Marc G , via Wikimedia Commons

Il modo migliore per scoprirla è passeggiare per le sue vie, curiosare la vita nelle piazze, alzare la testa verso i balconi. Sulla piazza denominata Parque Céspedes si affaccia oltre alla Cattedrale, uno degli edifici più interessanti di Santiago (nonché più antico di tutta l'isola di Cuba), quello che ospitava la casa di Diego Velázquez, datato 1522, oggi sede del Museo de Ambiente Histórico Cubano (Calle Félix Pena 612).

Dopo esservi rinfrescati con un buon mojito in uno dei bar del centro si prosegue alla volta del Castillo di San Pedro de la Roca del Morro, l'esempio per eccellenza di costruzione militare più completa dei Caraibi.

A Santiago si trova anche l'originale sede della Distilleria del Rum Bacardí (la sede si trova oggi alle Bahamas): anche se non è visitabile, nel bar a lato dell'edificio (Barrita de Ron Caney, Av. Jesús Menéndez 703) si possono assaggiare i vari prodotti della distilleria ancora in produzione.

3. Trinidad, la perla dell'isola

Facciate colorate e tanto calore umano, Trinidad vi conquisterà all'istante. Picture by DominiqueMichel - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons (https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Plaza_Mayor_-_Trinidad_-_Cuba.jpg)
"Facciate colorate e tanto calore umano, Trinidad vi conquisterà all'istante." Picture by DominiqueMichel - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons (https://commons.wikimedia.org/wiki/File:PlazaMayor-Trinidad-_Cuba.jpg)

Il vero gioiello dell'isola è la piccola cittadina di Trinidad, sulla costa ovest. Le facciate colorate delle case e le stradine acciottolate saranno una ventata di tranquillità e di pace arrivando da un'immersione nella vita cosmopolita de L'Avana e Santiago.

Dopo una passeggiata alla scoperta degli antichi palazzi e chiese del centro di Trinidad, gustatevi il drink locale a base di gin prodotto a Cuba e acqua di cocco, dentro la sua noce di cocco, comodamente seduti in Plaza Mayor.


4. Le spiagge di Cuba

Un viaggio a Cuba non può non includere un po' di relax su una delle meravigliose spiagge dell'isola.

Coccolatevi sotto il sole dei Caraibi e godetevi le splendide spiagge dorate e l'acqua cristallina. Fonte: EDAM
Coccolatevi sotto il sole dei Caraibi e godetevi le splendide spiagge dorate e l'acqua cristallina. Fonte: EDAM

Anche se oggi un po' inflazionata, la spiaggia di Varadero è da annoverare fra queste, anche solo per i suoi 20 chilometri di sabbia bianca finissima.

La spiaggia di Guardalavaca, e dintorni, è il terzo polo turistico del Paese, per questo facilmente accessibile sia dall'interno che dall'esterno dell'isola. Si dice che Guardalavaca sia stato una delle prime zone di Cuba raggiunta da Cristoforo Colombo.

Spiagge caraibiche per antonomasia e acqua sempre più cristallina a Playa Ancón, nei pressi di Trinidad, mentre un paesaggio leggermente distinto si può vedere a Playa Siboney, dove la roccia calcarea fa da cornice alla spiaggia di Santiago.

Palme ma anche lussureggianti boschi di mangrovie circondano invece le spiagge di Cayo Levisa a Pinar del Río.

Photo Credit

Foto di copertina: Spiaggia cubana. By Gabriel Rodríguez - Under Creative Commons License CC BY 2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by/2.0/) - https://www.flickr.com/photos/chewie/4172324150

SalvaSalvaSalvaSalva