Tra paesaggi bucolici e borghi medievali, scorrono acque rivitalizzanti. Amerino e San Gemini sono solo alcune delle terme in Umbria da non perdere.

Il poeta Carducci la chiamava l'"Umbria Verde", oggi è chiamata "il cuore verde d'Italia". Nonostante sia una delle poche regioni senza sbocchi sul mare, abbonda d'acqua pulita e rigenerante, che viene raccolta in centri termali di grande bellezza ed eleganza. Ecco le terme dell'Umbria più straordinarie.

LEGGI ANCHE: Le 20 cose da vedere in Umbria!

1. Terme Francescane Village - Spello

A pochi passi da Spello, in un contesto unico, immerso nel verde e posto alle pendici del Monte Subasio, sorgono le Terme Francescane, un complesso che sfrutta l'acqua della Fonte di San Felice alla temperatura di 13° e che conserva ancora oggi la struttura delle antiche terme romane. Indicate per la cura di patologie respiratorie, dermatologiche e muscolari, le Terme Francescane coniugano l'amore per la tradizione e le moderne tecnologie grazie a 3 piscine termali interne con temperatura dai 34° ai 37° C, complete di getti d'acqua, idromassaggi, cascate e trattamenti di idromassaggio, fisioterapia e fanghi.

Le proprietà benefiche delle Terme Francescane sono conosciute fin dall'antichità

2. Terme San Gemini - Terni

Nella cornice del Parco delle Fonti lungo il tracciato della Via Flaminia sorgono le Terme San Gemini, tra le più famose d'Italia, grazie al loro elevato contenuto di calcio e l'elevato grado di assimilabilità delle sostanze contenute. Due sono le fonti che alimentano le terme : la Sangemini e la Fabia, che sgorgano dal Monte Torre Maggiore a una temperatura di 13° e sono ideali per lenire patologie di tipo osteoarticolari, urinarie e dell'apparato gastro-intestinale. Sono consigliate sopratutto per gli sportivi, poiché donano un effetto risanatore alleviando la fatica, e aiutano ad eseguire performance più efficienti.

3. Bagni Triponzo - Cerreto di Spoleto

Attive già nel 1862 come acque dall' "eroico rimedio", indicate per affezioni intestinali, concrezioni urinarie e artrite, i Bagni di Triponzo sfruttano una sorgente termo-minerale unica in tutta l'Umbria, che fornisce acqua solfurea ricca di calcio ad una temperatura costante di circa 31° C. In tutto 4 vasche, un'area dedicata ai trattamenti e una zona che mescola la tradizione termale romana e araba, i Bagni Triponzo sono circondati da querce secolari, tra le montagne della Valnerina, in cui si può godere il piacere dell'acqua calda sulfurea, immersi in un'atmosfera senza tempo.

Una delle piscine interne di Bagno Triponzo, tra le terme più eleganti e affascinanti dell'Umbria

4. Terme di Acquasparta (Amerino) - Terni

Conosciute anche come "Terme di San Francesco", in quanto - si dice - benedette dal Santo nel corso dei suoi lunghi pellegrinaggi nei territori umbri, le antiche Terme di Acquasparta sorgono in un bellissimo parco che ospita un'antica sorgente francescana, originaria dei Monti Martani, curiosamente celata tra due rocce ricoperte di ulivi. Specializzata nella cura idropinica, l'acqua di Amerino è bicarbonato-alcalino-terrosa ed è particolarmente indicata come bibita per migliorare la diuresi e curare le malattie gastroenteriche, urinarie, epatiche e biliari. Tra i personaggi che hanno sfruttato le potenzialità di questa particolare acqua, si annoverano il conte Borromeo di Milano, Gabriele D'Annunzio e la contessa Caproni.

5. Terme di Fontecchio - Città di Castello

Rinomate per la varietà di trattamenti di riabilitazione, le acque delle Terme di Fontecchio sgorgano da un terreno calcareo e argilloso alla temperatura di 16° C. Le terme sorgono nei pressi della Città di Castello, immerse in un grande parco secolare, ricco di sorgenti naturali e boschi. Le sue acque sono utilizzate per la cura idropinica e sono alla base di vari trattamenti estetici e terapeutici come bagni, fanghi, inalazioni, ma anche per chi desidera dedicarsi al benessere, al relax e al fitness. La funzionalità e la qualità della struttura termale, sono valse a Fontecchio anche il riconoscimento di Terme di Prima Categoria Super.

Le Terme di Fontecchio distano pochi chilometri dalla Città di Castello | Courtesy of www.cittadicastelloturismo.it

6. Terme di Santo Reggio - Assisi

Una volta chiamate Santureggio, (dal latino sanctus et regius fons), le acque termali di Santo Reggio, già conosciute nel II secolo a.C., sorgono a pochi chilometri dal centro di Assisi. Alimentate da più di 35 sorgenti mediominerali alla temperatura di 15°, originarie del Colle Moiano, le terme sono specializzate in cure idropiniche ma vengono utilizzate anche per le cure delle malattie dell'apparato digerente e malattie del fegato e delle vie biliari.

7. Terme di San Faustino - Massa Martana

Leggerissima e ricca di anidride carbonica, l'acqua delle Terme di San Faustino risulta indicata per drenare in modo naturale gli accumuli sedimentati all'interno dei reni e per dare sollievo alle vie urinarie. L'acqua è effervescente naturale, dissetante, e ha grandi proprietà salutari. Oltre ai trattamenti terapeutici di linfodrenaggio, terapia bioradionica e test delle intolleranze alimentari, è possibile sperimentare il vero relax grazie al centro benessere che ospita una sauna, un idromassaggio, il bagno turco e sale per i massaggi. Definite come "la collina del benessere", grazie ad un'antica tradizione terapeutica e alla complicità di un meraviglioso scenario naturale tra i Monti Martani, le Terme di San Faustino, rappresentano il posto ideale per rigenerare il proprio equilibrio psico-fisico in un ambiente paradisiaco.

Panorama di Massa Martana - By LigaDue (Own work), via Wikimedia Creative commons

LEGGI ANCHE: 7 terme nel Lazio da non perdere!

Photo credit

Foto di copertina: Veduta di San Gemini dalla Montagna Torre Maggiore dove sgorga la celebre Fonte - By Valerio Clementi (Own work), via Wikimedia Creative Commons

LEGGI ANCHE: Borghi in Umbria: 15 perle tra monti e colline, etruschi e Medioevo!