L'Infiorata di Noto è fra le feste più famose del sud. La terza domenica di maggio nella cornice barocca della città va in scena un giorno di festa e arte.

Un lungo tappeto di fiori. Ogni terza domenica di maggio, la città di Noto in provincia di Siracusa, si colora di tanti petali. È l'Infiorata, un omaggio alla primavera nella patria del barocco siciliano. Via Corrado Nicolaci è il fulcro dell'evento: si trasforma in un fiume di fiori e petali che ricreano un suggestivo effetto di contrasti con i colori appena dorati degli edifici e dei marmi della pavimentazione. In alto la Chiesa di Montevergini che si contrappone al palazzo del Principe Nicolaci "Villa dorata", con i suoi meravigliosi balconi. Un evento unico dove si ritrovano i migliori artisti siciliani e italiani, assolutamente da non perdere.

Quando l'ispirazione viene da lontano

La manifestazione è nata nel 1980 dall'incontro di artisti infioritori di Genzano di Roma e quelli di Noto. Proprio all'evento secolare che si ripete a Genzano ogni giugno si ispira l'Infiorata di Noto. Oggi, nonostante la sua "giovane" età, è considerata tra le più belle manifestazioni dell'intera isola.

Via Nicolaci, lunga 122 metri e larga 7 metri circa, viene infiorata in tutta la sua lunghezza. Il tappeto copre un'area di 700 mq ed è composto da 16 bozzetti. Anche il resto della città viene addobbato a festa. Cortili, chiostri e vie cittadine sono abbelliti con riquadri, realizzati con creatività e capacità dagli artisti che propongono, di anno in anno, motivi diversi, senza dimenticare elementi della cultura popolare.

"Infiorata 2008" by Stefano Mortellaro - Under Creative Commons license CC BY ND-2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/) - https://www.flickr.com/photos/fazen/2509978250"Infiorata 2008" by Stefano Mortellaro - Under Creative Commons license CC BY ND-2.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/) - https://www.flickr.com/photos/fazen/2509978250

La realizzazione delle opere

Il lavoro di infioritura dei riquadri dura tutta la notte ma è preceduto dalla preparazione dei bozzetti. Il sabato gli artisti, seguendo i disegni su carta, realizzano sulla pavimentazione le varie sagome che vanno poi a riempire con fiori e petali. L'indomani le 16 composizioni - vere e proprie tele dipinte con i fiori - sono pronte per stupire decine di migliaia di visitatori italiani e stranieri, fino a tarda notte. Spettacoli, mostre, esposizioni, degustazioni faranno da cornice all'evento a partire dal tramonto.

Durante la festa vengono, inoltre, organizzati itinerari nel centro storico e nel territorio circostante da associazioni locali, mentre tutte le chiese e i musei rimangono aperti. Tra le attività collaterali non perdetevi il "Corteo Barocco", evento in costume - con la partecipazione di circa 300 figuranti - che vi farà fare un salto indietro nel tempo in una Sicilia d'altri tempi.

Infiorata di Noto. Courtesy of Ufficio turistico del Comune di NotoInfiorata di Noto. Courtesy of Ufficio turistico del Comune di Noto

L'edizione 2016

Quest'anno l'Infiorata, giunta alla sua 37esima edizione, si terrà tra il 12 e il 15 maggio. Il sottotitolo di quest'anno è "L'infiorata ospita il mondo". Per la prima volta, infatti, Noto prova a proiettare l'evento in una dimensione internazionale.

In concomitanza si svolgerà il VI Congresso Internazionale delle Arti Effimere e l'eccezionale mostra dedicata ad Andy Warhol, il padre della pop-art. È inoltre prevista la realizzazione di circa 30 opere floreali sul tema "Tradizioni, miti e leggende". Alcune opere verranno esposte anche in via Galileo Galilei, nel terrazzo che precede la chiesa del Santissimo Salvatore e all'interno della Chiesa di San Domenico. Complessivamente saranno impiegati circa 300mila fiori. Tra i vari eventi ci si potrà spostare in bicicletta grazie al servizio di bike sharing messo a disposizione dal comune di Noto ai turisti.

Come raggiungere Noto

Raggiungere Noto è abbastanza semplice se si dispone di un'auto. Dall'aeroporto di Catania si guida lungo l'A18 e successivamente sulla strada statale 115, appena superata Avola. Il tempo di percorrenza da Catania è di circa un'ora e mezza. Noto è arroccata su un altopiano che domina la valle dell'Asinaro coperta da agrumeti ed è un ottimo punto di partenza per scoprire l'omonima valle, regno indiscusso del barocco siciliano.

Photo credit

Foto di copertina: Via Corrado Nicolaci colorata da migliaia di petali. Courtesy of Ufficio turistico del Comune di Noto.