Palinuro

Guida di viaggio
Foto fornita da Expedia
Queste righe cercheranno arduamente di descrivere a parole ilviaggio a Palinuro, dove il mito incontra la realtà e la storia incontra la natura.

In un paesaggio unico al mondo, dove si alternano mare e colline, ognuno potrà scegliere il mix ideale tra natura e silenzio, salute e cultura, bagni al mare, passeggiate naturalistiche ed escursioni. Molte sfaccettature ed occasioni per scoprirla grazie anche alle molte

offerte viaggio a Palinuro.

Palinuro è la più importante località balneare del Cilento, e tra le mete turistiche preferite della provincia di Salerno. Situata nel cuore delParco Nazionale del CilentoeVallo di Diano, deve il suo nome al mitico nocchiero di Enea, il suggestivo racconto nell'Eneide. Ogni anno, a Palinuro, verso la fine di agosto, si rievoca "La Notte del Mito", in onore del valoroso nocchiero che Ulisse lo volle con sé nel suo tormentato viaggio verso Itaca. La trasposizione teatrale di uno dei miti più intriganti dell'antichità avviene sulla spiaggia delMingardo, e coinvolge centinaia di figuranti in costume.

Palinuro è una delle località più complete del litorale cilentano, grazie al suo mare limpidissimo, alla sua spiaggia sterminata, alla sua scogliera meravigliosa, fatta di grotte naturali e baie stupende. Gli amanti della natura rimarranno affascinati dalla flora e fauna. Il fiore tipico di questa località è la Primula Palinuri, mazzetti di fiori giallo-dorati, che vivono nelle fessure di rupi verticali prospicienti il mare. Da qualche anno la Primula di Palinuro è il simbolo ufficiale del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano.

Immancabili di una visita sono le grotte diCapo Palinuro, che possono contare un totale di ben 32 grotte di cui la più importante è laGrotta Azzurra, a cui si accede via mare, caratterizzata dal colore azzurro brillante dovuto alla presenza di un sifone che filtra l'irraggiamento della luce solare all'interno. Altre grotte estremamente suggestive sono laGrotta dei Monaci(così chiamata per la presenza di stalagmiti di colore marrone scuro, che ricordano monaci in preghiera) e laGrotta del Presepe. Interessante da un punto di vista strettamente scientifico laGrotta delle Ossao Preistorica, caratterizzata dalla presenza di ossa di animali preistorici. Infine, il meravigliosoArco naturaleposto alla foce del fiume Mingardo, in una bellissima insenatura, a cavallo tra due spiagge. Tutte le grotte sono raggiungibili unicamente via mare. L'Arco naturale custodisce una spiaggia che è un autentico gioiello, lungo la quale si apre un porticciolo fluviale per piccolissime imbarcazioni a pescaggio minimo. Di fronte all'isolotto del Coniglio, molto bella e da non perdere, è infine la spiaggia delBuon Dormire.

A monte di Palinuro sorge l'abitato diCentola, nato intorno alla Badia benedettina di Santa Maria degli Angeli, fatta edificare nel 1207 da un gruppo di monaci italo-greci. Il villaggio seppur piccolo, è ricco di numerose testimonianze artistiche e monumentali. Segnaliamo il campanile romanico dellaCappella di Santa Sofia, ilConvento dei Cappuccinicon un altare barocco in legno di noce e laChiesa di San Nicola di Mira.

Se avanza del tempo oltre a godere dello splendido mare, meritano una visita anche le altre due frazioni di Centola, una delle quali è completamente abbandonata.San NicolaeSan Severino di Centola. La parte disabitata di San Nicola ha i tratti caratteristici del villaggio cilentano, con le sue stradine concentriche, la piazza con la chiesa madre e le casette dai tetti di tegole spioventi. San Severino conserva intatta la propria struttura medievale, con il vertice nel Castello che non ha subito rimaneggiamenti. Tutt'intorno, stradine strette, case abbarbicate l'una sull'altra, la piazza principale e la chiesa.

Palinuro offre spiagge per tutti i gusti. Avrete l'imbarazzo della scelta fra le numerose spiagge di sabbia bianca, separate solo da spuntoni rocciosi, o piccole calette bagnate da limpidissime acque. Alcune spiagge e coste rocciose sono poco frequentate ma molto apprezzate proprio per il loro isolamento. Non perdetevi una gita in barca dove potrete ammirare il suggestivo color azzurro dalla prospettiva del mare, circondati dalla natura incontaminata e, grazie anche al clima particolarmente mite, la stagione balneare da questi parti dura fino ad ottobre. Tra le tante spiagge, vale la pena ricordarne un paio. Ad esempio quella dellaFicocellacon sabbia finissima e chiara ed acque limpide. E’ una delle spiagge più caratteristiche di Palinuro, si trova al centro del Paese ed è facilmente raggiungibile. La spiaggia delBuon Dormire- raggiungibile solo a mare - ha dei colori unici, con la sabbia dorata e l’acqua limpidissima appare verde smeraldo. Ultima ma non per importanza, laSpiaggia delle Saline, situata a ridosso della parte settentrionale di Palinuro con soffice sabbia dorata lunga quasi 5 chilometri e con un forte fascino selvaggio. Il Cilento vi aspetta a braccia aperte. Date un occhio alleofferte viaggio last minute a Palinuro.