Formentera è un'isola da godersi senza stress, in bici o percorrendola a piedi. Così è possibile scoprire i migliori itinerari naturali.

Appena arrivo a Formentera, a Puerto de la Savina, decido di immergermi completamente nella sua atmosfera. All'ufficio informazioni mi consigliano due modi: la bici o i piedi. Preferisco i percorsi a piedi per ascoltare il suono delle onde e il cinguettio degli uccelli. Vorrei sentirmi come la protagonista della pellicola "Wild". Sono 19 i circuiti verdi che mi vengono segnalati: li ho percorsi tutti e sono stati meravigliosi, ma per chi non dovesse avere abbastanza tempo, consiglio solo gli itinerari naturali più belli. Partite da nord e dirigetevi verso sud.

Vicino al porto La Savina - parte nord

Il Camì de s' Estany, denominato così perché costeggia il lago salato Estany Pudent, è un ottimo itinerario per iniziare ad entrare in contatto con lo spirito dell'isola. Osservate la natura e vi accorgerete perché merita di rientrare nelle Aree Naturali di Particolare Interesse. La flora è meravigliosa ma ancora più straordinaria è la presenza dell'avifauna. Seguite il cinguettio e proseguite lungo il sentiero Camì de Ses Illetes, che vi condurrà alle spiagge più famose di Formentera. Durante il cammino ammirate le saline in disuso, le pinete, le dune e gli straordinari colori dei principali abitanti dell'isola: gli uccelli. Un sentiero alternativo, per evitare la strada principale, è quello che collega i centri abitati di Sant Ferran ed El Pujols, denominato Camì de Ses Vinyes perché passa tra i numerosi vigneti.


Credits: Shutterstock

Cala Saona - parte sud ovest

Nella parte sud ovest dell'isola due sentieri, Camì d'en Parra e Camì des Cap, attraversano la zona rurale più bella di Formentera. Qui, infatti, si possono ammirare le famose case in pietra, definite comunemente architettura popolare. Ad aumentarne il fascino è la loro ubicazione, nascosta tra i boschi di pino. Nel punto più alto del Camì des Cap è da notare il panorama che permette di vedere fino a La Mola. Un terzo sentiero, il Camì de Saona, vi conduce prima alla minuscola capitale San Francesc Xavier e poi all'unica spiaggia dell'isola, situata in un'insenatura, Cala Saona. Da qui, dopo una bella nuotata, aspettate l'ora del tramonto e godetevi Cap de Barbaria, dove si trovano anche un faro e un'affascinate torre antica.

LEGGI ANCHE: le più belle spiagge di Formentera!

Credits: Shutterstock

La Mola - parte sud est

Non tutte le cartine lo indicano, ma uno dei miei percorsi preferiti è il Camì Roma, cioè cammino romano. Questo sentiero conduce a La Mola, il centro abitato posizionato sul lato opposto dell'isola rispetto a Puerto La Savina. Per arrivarci si fiancheggia la costa per lunghi tratti, ma a volte si rientra verso l'interno, addentrandosi nel bosco. Lungo il cammino, come suggerisce il nome, si trovano alcuni resti romani. In questa parte di Formentera, situata a sud est, si trova anche il Camì d'es Torrent Fondo, un percorso che, attraverso la campagna, giunge a un antico mulino a vento, sino ad arrivare alla scogliera meridionale dell'isola.

Allora che state aspettando? Lasciate il traffico delle città e immergetevi nella natura di Formentera!

Credits: Shutterstock