Itinerario on the road a Cuba, un tour nell'isola della rivoluzione, delle architetture coloniali, dei paesaggi tropicali e delle splendide spiagge.


1° giorno: arrivo a L'Avana

Arrivati a Cuba il primo giorno vi suggeriamo di combattere il jet lag e fare una passeggiata nel centro storico de L'Avana (1), oppure per il Malecón, il lungomare cittadino, festeggiando il vostro arrivo con un cocktail al tramonto all'Hotel Nacional.

Nel centro de L'Avana girano le colorate auto storiche americane

2° giorno: La Habana Vieja

La Habana Vieja (2) è il centro storico e cuore pulsante de L'Avana, e senza indugi partite da qui per scoprire i colori, i palazzi e le attrazioni della città. Da visitare Plaza de la Catedral, Plaza de San Francisco, Plaza Vieja e Plaza de Armas, camminando senza sosta per le vie del centro fino a pranzo, dove finalmente potrete concedervi una pausa a La Bodeguita del Medio. Nel pomeriggio proseguite fino al Parque Central e al Capitolio per visitare poi il Museo Nacional de las Bellas Artes oppure il Museo de la Revolución, entrambi posizionati tra il Capitolio e la Plaza 13 de Marzo. Dopo il museo, investite in una corsa in cocotaxi per vedere la Plaza de la Revolución sovrastata dall'iconica scultura di ferro del profilo di Che Guevara sull'edificio del Ministero degli Interni.

3° giorno: Valle Viñales

Ad un paio d'ore d'auto da L'Avana si trova uno dei paesaggi naturali più belli di tutta Cuba, la Valle Viñales (3). Prendete parte quindi ad uno dei tantissimi tour organizzati per un'escursione in giornata, che comprenderà anche la visita ad una coltivazione di tabacco e ad una fabbrica di sigari.

Il paesaggio incontaminato della valle di Viñales

4° giorno: Cienfuegos

Noleggiate un'auto o unitevi ad un tour che si muove verso sud per raggiungere la città di Cienfuegos (4). Passeggiate per il centro e visitate la Catedral de la Purísima Concepción e il Teatro Tomás Terry. Gli edifici in stile coloniale sapranno catturare la vostra attenzione.

5° giorno: arrivo a Trinidad

La cittadina, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, è un tripudio di colori e aguardiente: gli edifici lungo le vie che girano intorno a Plaza Mayor si distinguono per le tinte brillanti, e i bar del centro offrono cocktail serviti dentro a noci di cocco. Trinidad (5) si trova sulla costa occidentale dell'isola; presenta ancora una forte impronta estetica coloniale, come la stessa Plaza Mayor, la Plazuela El Jigüe, la Iglesia de la Santísima Trinidad, e il Museo Romántico.

I colori di Trinidad

6° giorno: da Trinidad a Santa Clara

Dopo colazione, godetevi la mattinata a fare acquisti alle varie bancarelle dei mercatini di strada nel centro di Trinidad, per spostarvi poi verso Santa Clara (6), la città di Che Guevara. Il gigantesco monumento ad Ernesto Che Guevara, al centro della Plaza de la Revolución, è la principale attrazione di Santa Clara.

Il Mausoleo di Che Guevara a Santa Clara

7° giorno: da Santa Clara di ritorno a L'Havana

Approfittate del viaggio di ritorno a L'Avana per passare dalla caratteristica cittadina di Remedios (7), verso la costa orientale di Cuba. Come gli altri centri della zona, presenta vestigia del suo passato coloniale. Si può visitare la Iglesia de San Juan Bautista e poi fare una pausa in uno dei bar del centro, prima di ripartire alla volta della capitale.

8°-9° giorno: da L'Havana a Santiago de Cuba

Viste le grandi distanze da percorrere in auto, optate per un volo interno per raggiungere Santiago de Cuba (8), la seconda città per grandezza dell'isola. All'estremità opposta de L'Avana, Santiago de Cuba presenta un'identità molto diversa dalla capitale, influenzata sia dalla Repubblica Domenicana che da Haiti, quindi quasi più afro-caraibico che cubano. Nel casco histórico (centro storico) si concentrano sia gli edifici del periodo coloniale che quelli del periodo repubblicano, oltre al Museo de Ambiente Histórico Cubano, la Catedral de Nuestra Señora de la Asunción, Museo de la Lucha Clandestina, e ancora il Museo del Ron, per scoprire la storia del rum cubano.

La Basilica el Cobre è un suggestivo santuario che sorge nel mezzo di una foresta vicino a Santiago de Cuba

10°-13° giorno: spiaggia caraibica

Non ci dobbiamo dimenticare che oltre alle città, la storia, la rivoluzione, e gli incantevoli paesaggi, Cuba è anche un paradiso caraibico, quindi qualsiasi sia il vostro budget e il tempo a disposizione, ritagliatevi qualche giorno per godervi il sole e il Mare dei Caraibi. Tanti i punti in cui potete passare qualche giorno di relax, come Guardalavaca (9), a due ore e mezza circa da Santiago, oppure Varadero (10), a est de L'Havana, raggiungibile con un volo di ritorno verso la capitale e poi uno spostamento organizzato verso le spiagge. Altra opzione è la piccola isola di Cayo Largo (11), che offre qualche villaggio con all-inclusive ma per la maggior parte, l'isolotto è preservato.

Una spiaggia incontaminata a Cayo Largo

Photo credit

Foto di copertina: Una vecchia automobile ai bordi della foresta cubana - By Noel_Bauza, via pixabay

LEGGI ANCHE: 15 cose da vedere in Messico tra natura, siti Maya e città coloniali!