Amsterdam ha più biciclette che abitanti! Questa città è troppo grande da visitare a piedi, ma abbastanza piccola per essere esplorata su due ruote. Ecco allora un itinerario ad Amsterdam in bici da affrontare in 48 ore: prima ancora di accorgervene, arriverete all'Amsterdam Arena e alla casa dei fan dell'Ajax.

Giorno 1

Prima tappa

Subito dopo colazione, noleggiate una bicicletta alla Centraal Station. Potrete scegliere tra la classica city bike, una bicicletta ibrida o un tandem, comodo quando si viaggia con bambini piccoli. Ora può iniziare il vostro weekend sportivo ad Amsterdam!

Verso la Dam e sui canali

In breve arriverete a piazza Dam, il cuore turistico della città. La mattina presto, quando c'è ancora quiete, da qui si può ammirare una splendida vista sul Palazzo Reale, la Nieuwe Kerk e il sontuoso edificio di Bijenkorf. Se volete fare shopping, il centro commerciale Magna Plaza si trova subito dietro il Palazzo, nell'ex-ufficio postale risalente al XIX secolo.

Da qui potete entrare nella cintura dei canali, dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Qui sorgono ancora numerose testimonianze del secolo d'oro olandese. Potete pedalare tranquillamente sui numerosi ponti e ammirare le varie case dei commercianti del XVII secolo. Così, senza rendervene conto, farete qualche chilometro e sarete pronti per un pranzo ristoratore. Andate al caffè Singel 404, dove preparano i migliori panini di Amsterdam.

Verso il mercato dei fiori attraversando il Jordaan

Risalite in sella e ripartite verso Rembrandtplein. Passerete dal mercato dei fiori, in cui ovviamente dovrete fare tappa. Questo mercato galleggiante esiste già dal XIX secolo e qui si può acquistare un po' di tutto, dai bulbi di tulipano ai bonsai, fino agli splendidi mazzi di fiori. Qui vicino si trova anche il Begijnhof, uno dei gioielli meglio conservati della città. Una volta in questo cortile abitavano le beghine, donne che dedicavano la loro vita a servizio della chiesa. Ancora oggi qui sembra di stare in un'oasi verde di tranquillità e il caos della città riecheggia lontano.

1200px-Amsterdam-tulip-market.jpg?1537526668

Tulips for sale in the Flowers Marker in Amsterdam (1999) - Moongateclimber - CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=659937

Tornate in sella per esplorare il Jordaan. Lungo il percorso potete fermarvi a bere qualcosa al Café Chris, un tipico pub di Amsterdam in cui viene servita birra dal 1624.

Dopo tutti questi giri vi siete meritati una bella cena, magari al Vlaming Eten & Drinken, dove servono ottimi piatti di carne.

Poi vi conviene posare la bicicletta, perché con Amsterdam by night potrete divertirvi a fare un giro in barca sui canali.

Giorno 2

Verso l'Amsterdam Arena e l'Ajax

Prima di dedicarvi alla seconda giornata in bicicletta, concedetevi un'abbondante colazione a De Bakkerswinkel, dove potrete scegliere tra molti tipi di panini e di prodotti da forno.

Poi partite in direzione Amsterdam ArenA. Può sembrare più difficile di quanto non sia, anche perché potete tranquillamente andare in metropolitana con la bicicletta. Oppure potete lasciare la bici alla Centraal Station e prendere il metrò. Con la linea 50 o 54, vi basterà scendere alla fermata Bijlmer ArenA. Qui troverete il celebre stadio dell'Ajax e ovviamente anche della nazionale olandese. Un paio di volte al giorno si tengono visite guidate. La zona intorno allo stadio offre molte opportunità per mangiare, bere o fare shopping. Avrete l'imbarazzo della scelta per un ricco pranzo!

Attraverso il Vondelpark verso il quartiere a luci rosse

Dopo questo intermezzo calcistico, risalite in bicicletta e dirigetevi verso il Vondelpark, il polmone verde della città. Il parco, soprattutto di domenica, è pieno di persone a piedi, in skate e in bicicletta, ma anche di cani, quindi fate molta attenzione mentre pedalate accanto agli stagni e ai giardini. Alla Blauwe Theehuis o alla Groot Melkhuis potete fermarvi a bere qualcosa prima di ripartire in bicicletta verso il centro per l'ultimo giro del weekend.

amsterdam-1912708_1280.jpg?1537526791

Segue un giro nel celebre quartiere a luci rosse, riconoscibile dalle maliziose vetrine e dall'odore onnipresente di cannabis. Non dimenticate però di ammirare le splendide facciate e i piccoli canali in cui si riflettono le luci.

Proseguendo arriverete alla Chinatown di Amsterdam. Qui, lungo la Zeedijk potete gustare i ravioli cinesi, mangiare ostriche da Nam Kee o ottimi piatti thailandesi allo snackbar Bird o di fronte al Thai restaurant Bird.

E per concludere in bellezza il vostro weekend ad Amsterdam, non c'è nulla di meglio di una degustazione di grappa al café In de Olofspoort. Un ricordo indelebile del tour nella Venezia del Nord!

Regine in bicicletta

Dagli inizi del XX secolo, la bicicletta è il mezzo di trasporto più usato nei Paesi Bassi. La regina Guglielmina comprò la sua prima bici da donna a Vienna prima del 1900. A quei tempi, andare in bicicletta era considerata un'attività pericolosa. Il presidente del Consiglio dei ministri emanò un divieto per la regina di girare in bicicletta, ma lei lo ignorò. Anche sua figlia, la regina Giuliana, si mostrò spesso pubblicamente in bicicletta. Per questo venne soprannominata dal resto del mondo la Biking Queen.

In bicicletta sul traghetto

I quartieri di Amsterdam che si trovano a nord dell'IJ c'è sono sempre molto vivaci. Per tutto il giorno partono traghetti gratuiti che vi portano con la bicicletta in vari punti. Ad esempio verso l'area NDSM, dove si trovano gli atelier di molti artisti alternativi, oltre a vari bar e ristoranti. Oppure in IJplein, per dare un'occhiata al meraviglioso filmmuseum EYE o al grazioso mercato di Van der Pek. Il terzo traghetto porta a Meeuwenlaan, da cui si può pedalare verso il parco Vliegenbos o la romantica Nieuwendammerdijk.

Photo Credit

Foto di copertina: Street scene in an Amsterdam Channel. The Netherlands, Westerkerk in the background - By © Jorge Royan / http://www.royan.com.ar, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15179200