L'avvistamento dei cetacei al Santuario dei Cetacei al largo di Genova è un'esperienza imperdibile. Ecco come funziona l'escursione!

Se vi trovate a Genova e uno dei vostri sogni è quello di andare per mare accompagnati dai delfini che saltano fra le onde, vi consigliamo di recarvi al Porto Antico, al Molo Calata Mandraccio, e godere di un'escursione indimenticabile: l'avvistamento cetacei fra le acque del Santuario dei Cetacei Pelagos. Il Mar Ligure è infatti porta di accesso a una delle più importanti aree marine per lo studio della fauna cetacea: il Santuario Internazionale dei Cetacei è un'area di circa 100.000 km² delimitata dalle acque di Tolone in Francia, Capo Falcone e Capo Ferro in Sardegna e Fosse Chiarone in Toscana.Noi abbiamo fatto questa esperienza con l'associazione Whale Watching Genova (www.whalewatchgenova.it): ecco come è andata.

Come prenotare e quando andare

Gli avvistamenti si effettuano da fine aprile a inizio ottobre: l'associazione organizza due escursioni settimanali, il mercoledì e la domenica. Meglio prenotare con anticipo dal sito web dell'associazione oppure telefonicamente. Il biglietto costa 33 euro (18 euro per i passeggeri dai 5 ai 14 anni, gratis per i bambini da 0 a 4 anni), dà accesso a una delle due motonavi che effettuano il servizio e che possono accogliere dalle 200 alle 350 persone. In casi di cattive condizioni meteo, l'escursione viene cancellata e verrete avvisati in anticipo via email o sms.

Nota importante: se durante l'escursione non ci sarà alcun avvistamento, potrete usare lo stesso biglietto prenotando una nuova uscita.

Coda di capodoglio in immersione nel Santuario dei Cetacei del Mediterraneo, by Jose Antonio - Own work, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46380980Coda di capodoglio in immersione nel Santuario dei Cetacei del Mediterraneo, by Jose Antonio - Own work, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=46380980

Cinque ore di navigazione in compagnia dei biologi marini

L'escursione inizia verso le 13:00: veniamo salutati dal comandante dell'imbarcazione e dalla biologa marina che ci guiderà in queste quasi cinque ore di navigazione. Mentre ci allontaniamo dal Porto Antico, la nostra biologa ci presenta il Santuario dei Cetacei e anticipa quali specie potremmo incontrare lungo il cammino: dai pesci luna alle stenelle, dai delfini alle balenottere...le possibilità di incontro sono tante e l'emozione sul ponte si fa palpabile.

L'obiettivo di questa prima parte dell'escursione è allontanarci dalle coste genovesi per raggiungere il mare aperto e i 1000/1500 metri di profondità, punto in cui la probabilità di avvistamenti si fa più alta. Navighiamo seguendo uno dei rami del Canyon sottomarino di Genova, il canyon più grande del Mediterraneo: la scoperta della sua esistenza è una delle prime sorprese di questa giornata per mare.

I primi avvistamenti

Mentre il mare calmissimo si apre al nostro passaggio, ci godiamo queste ore di sole senza staccare gli occhi dall'acqua. Dopo circa 45 minuti dalla partenza, la biologa sussurra al microfono che siamo di fronte al primo avvistamento: la pinna di un pesce luna sporge dall'acqua e l'animale fluttua tranquillo in tutta la sua piattezza a pochi metri da noi.

Un pesce luna a pelo d'acqua, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=762860Un pesce luna a pelo d'acqua, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=762860

Poco dopo scorgiamo un movimento anomalo fra le onde, gli spruzzi vivaci indicano la presenza di un gruppo di animali: si tratta di un banco di tonni che è salito in superficie per nutrirsi. Ne incontreremo diversi durante la giornata.Dopo la prima ora di navigazione, raggiunta la zona di massima profondità, la nostra motonave decelera: la biologa, la fotografa ufficiale e altri membri dell'equipaggio perlustrano l'orizzonte con i binocoli, in attesa di movimento fra le onde. Anche voi potrete salire a bordo con il vostro binocolo, anzi, ve lo consigliamo caldamente: la spedizione di avvistamento cetacei è un'esperienza in cui comandano la pazienza e la calma. Non si può forzare la comparsa degli animali in superficie, tutto avviene con spontaneità, senza nessuna premeditazione: una buona dose di fortuna farà poi la sua parte.

Il salto dello zifio

Mentre la motonave prosegue verso l'altra sponda del canyon sottomarino, ci accorgiamo del rallentamento dei motori, segno che l'equipaggio ha notato un movimento interessante. E infatti alla nostra destra, in lontananza, appaiono le pinne dorsali di due zifi, lunghi circa sei metri. La biologa, che conosce bene gli spostamenti di questi animali, ci spiega che sono saliti in superficie per prendere aria e che le loro immersioni durano dai 20 ai 30 minuti, per cui rimarremo in zona ad aspettare la loro prossima emersione. La nostra pazienza è ampiamente premiata: dopo circa venti minuti, uno degli zifi torna in superficie a pochi metri dall'imbarcazione e, a sorpresa, si prodiga in diversi salti che ci permettono di ammirarlo in tutta la sua lunghezza!

Maschio adulto di Ziphius cavirostris, di Emmanuelbaltasar - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=57358073Maschio adulto di Ziphius cavirostris, di Emmanuelbaltasar - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=57358073

Navigare accompagnati dai delfini

Siamo ormai in mare da quasi tre ore, ed è tempo di tornare verso la costa. Sulla via del ritorno un nuovo momento di grande euforia contagia tutto il gruppo: finalmente i delfini hanno deciso di venire a farci compagnia! Attratto dalle onde create dalla nostra imbarcazione, un gruppo di cinque stenelle (la più nota fra le specie di delfini) si accoda alla motonave regalandoci un bellissimo spettacolo di salti e giochi fra le onde. È meraviglioso poter ammirare questi esemplari nuotare in libertà e approfittare della presenza umana per godere di qualche minuto di divertimento.

La navigazione fino a Camogli

L'imbarcazione di Whale Watching Genova torna al Porto Antico intorno alle 17:30. Apprendiamo però che la sua destinazione finale è il porto di Camogli e che il biglietto ci consente di rimanere a bordo fino a fine corsa. Dopo quattro ore di sole ed emozionanti avvistamenti, decidiamo quindi di regalarci un tramonto sul mare, mentre navighiamo pacificamente lungo la costa in direzione del pittoresco borgo di Camogli.

LEGGI ANCHE: Le 15 cose da vedere all'Acquario di Genova!

Photo Credit

Foto di copertina: Un pesce luna a pelo d'acqua

LEGGI ANCHE: Cosa vedere al Galata, il Museo del Mare di Genova!