Dalla Sardegna all'Isola d'Elba, da Salerno a Trieste, qualche dritta per chi è in cerca di una vacanza naturista fra le spiagge per nudisti in Italia.

Secondo la Fenait - Federazione Naturista Italiana - le spiagge per nudisti in Italia sono solo una trentina: un numero in aumento date le esigenze di una fetta di turismo in costante espansione, che, al momento, conta circa un milione di proseliti a livello nazionale e trenta milioni in Europa.

1. Marina di Camerota - Salerno

Incastonata nel Parco Nazionale del Cilento e Valle di Diano, Patrimonio Mondiale dell'Umanità e Riserva della Biosfera Unesco, Marina di Camerota vanta circa 400 metri di costa, in cui si trovano tre piccole calette frequentate da nudisti: se le prime due risultano troppo affollate, come spesso accade date le ridotte dimensioni, proseguite verso la terza, la più estesa, dove in genere non si fatica a trovare posto.

Panorama da Castello di Arechi - Di Mattatoio5 - Opera propria, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2221318

2. Aquarilli - Isola d'Elba

Aquarilli sorge a Lacona, sulle coste meridionali dell'idilliaca isoletta toscana. Per arrivare è necessario imboccare il sentiero che si dipana dalla Spiaggia di Norsi per circa 15 minuti verso est. Si tratta di un tratto di costa vergine, sprovvisto di servizi. Meglio dunque munirsi di ombrellone nelle ore più calde, mentre chi arriva nel pomeriggio può cercare riparo nell'area orientale della spiaggia, in ombra dopo le 16:30.

3. Nido dell'Aquila - Livorno

La pratica del nudismo sulla spiaggia di Nido dell'Aquila risale ai primi anni '70, passando da un numero pressapoco irrisorio a circa 500 visitatori che, di media, frequentano il lido abitualmente nei weekend. La questione non stupisce data la posizione della spiaggia, incastonata nell'affascinante­ Costa degli Etruschi, a San Vincenzo, nel celebre tratto di litorale toscano compreso tra il Golfo di Baratti e Populonia, costellato da necropoli etrusche.

4. Buca Rossa - Piombino

Buca Rossa è una piccola spiaggia dall'estetica selvaggia, che fa capolino tra le scogliere ancora una volta della Costa degli Etruschi, con le sue sabbie rossastre, in un piccolo anfiteatro roccioso. Potete raggiungerla esclusivamente attraverso uno stretto sentiero che si dipana fra gli scogli delle spiagge vicine, non troppo comodo, ma di certo degno di un tentativo se amate le oasi naturalistiche al di fuori dei soliti itinerari turistici.

5. Piscinas - Sud Sardegna

La spiaggia di Piscinas si sviluppa lungo l'arenile della Costa Verde ed è celebre per la presenza di una suggestiva cornice di dune, tra le più alte in Europa, ricamate a loro volta dal verde di una macchia mediterranea aspra e selvaggia.

Spiaggia di Piscinas di Mauro Eugenio Atzei, https://www.flickr.com/photos/20564997@N08/1995812669

6. Capocotta - Ostia

La spiaggia di Capocotta, compresa nell'oasi naturalistica della Riserva naturale di Castel Porziano, offre uno stabilimento balneare naturista, egregiamente attrezzato con lettini, ombrelloni e un piccolo ristorante. Ci troviamo a circa 5 chilometri da Ostia, da cui si può arrivare seguendo le indicazioni per Porto d'Enea.

Spiaggia di Capocotta - Di Patafisik - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=17304764Spiaggia di Capocotta - Di Patafisik - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=17304764

7. Focene - Fiumicino

Focene è un piccolo borgo marinaro, frazione del comune di Fiumicino, e offre una piccola spiaggia naturista a circa 15 chilometri da Roma. Spesso vige il divieto di balneazione, ma la sua sabbia dalle tonalità scure resta comunque un'ottima opzione per chi non vuole restare nei paraggi della Capitale o per chi si trova di passaggio.

8. Contrada Bufala - Caltanissetta

Un altro caso in cui, in genere, vige il divieto di balneazione, la spiaggia di Gela, una pittoresca cittadina ubicata nell'omonimo golfo siciliano, sorge a pochi chilometri da oasi naturali, monumenti e attrattive di grande richiamo.

9. Sistiana - Trieste

La spiaggia di Sistiana è una delle poche località adibite al naturismo nel Friuli-Venezia Giulia. Sabbie ghiaiose e un affascinante susseguirsi di scogliere caratterizzano questo tratto della Costa dei Barbari, insieme a una cornice verde decisamente d'impatto: non perdete l'occasione di esplorarla attraverso il sentiero Rilke, che si snoda per circa due chilometri lungo la Riserva Naturale delle Falesie di Duino, ubicata nelle immediate vicinanze.

Sistiana Di deanz - http://www.flickr.com/photos/deanz/31887490/, CC BY-SA 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=995823

10. Cesano - Ancona

Accanto alla ben più celebre Spiaggia di Velluto di Senigallia, la piccola frazione di Cesano ospita un'oasi balneare naturista: la trovate a nord del condominio "Le Piramidi" e a sud del fiume che attraversa il comune.


Photo Credit

Foto di copertina: Spiaggia di Capocotta - Di Patafisik - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=17304764

LEGGI ANCHE: Le 8 migliori spiagge per cani in Italia!