Villa Doria Pamphilj è una delle più affascinanti residenze storiche di Roma. Situata nei pressi di Via Aurelia Antica, fu eretta nel 1652 come residenza della nobile e potente famiglia dei Pamphilj. Si trattava, in realtà di una tenuta di campagna a pochi passi dalle mura del Gianicolo che poi venne inglobata nella città in espansione verso Nord-Ovest. Oggi la villa è di proprietà del governo italiano e i suoi magnifici giardini possono essere visitati dai romani e dai visitatori che desiderano trascorrere qualche ora lieta nel verde, mentre la galleria delle opere d'arte, facenti parte della collezione della potente famiglia, si trova nel Palazzo Pamphilj a Via del Corso.

Il Parco di Villa Pamphilj

Con i suoi 184 ettari di superficie, quello di villa Pamphilj è il più grande parco della Capitale ed è una delle residenze storiche di campagna (a Roma conosciute come "ville") meglio conservate. Il suo impianto è praticamente integro se non fosse per la strada, realizzata sul finire degli anni sessanta, che lo ha diviso in due: quella che doveva essere la Via Olimpica, oggi conosciuta come Via Leone XIII. Il parco conserva ancora dopo quattro secoli la sua sistemazione seicentesca.

Ancora oggi è possibile ammirare la divisione in tre aree della tenuta: la pars urbana (giardini e villa), la pineta, e la tenuta agricola. Inoltre, all'interno della villa è possibile ammirare anche un corso d'acqua che termina in un lago che ha al suo centro un'isola. Annesso alla tenuta, vi è anche il Villino Corsini, dove nel 1849 Goffredo Mameli, autore dell'Inno nazionale italiano e patriota, fu ferito a morte dalle truppe francesi.

Il laghetto della Villa Doria Pamphilj - By alinti (Own work) [Public domain], via Wikimedia Commons

Il Casino del Bel Respiro

Il Casino del Bel Respiro, detto anche dell'Algardi dal nome dell'architetto bolognese che lo ha progettato, è il nucleo principale della tenuta. Fu eretto nel 1644 per volere di papa Innocenzo X (Giovanni Battista Pamphilj). La villa è di ispirazione palladiana con un salone centrale a doppia altezza. La bianca facciata è ricca di fregi e statue, mentre i giardini antistanti sono stati realizzati nel '600 ma poi modificati nel '700 secondo la moda francese, con i contorni curvi. Ancora oggi mantengono inalterato questo disegno.

Imperdibile, poi, il giardino segreto, raggiungibile attraverso il vestibolo, decorato con siepi che disegnano i simboli araldici dei Pamphilj, il giglio e la colomba. Al momento, il Casino è in uso alla Presidenza del Consiglio come sede di rappresentanza e può essere visitato solo su prenotazione un sabato al mese dalle ore 9 alle 11, da ottobre a giugno. Le visite, sempre gratuite, hanno una durata di un'ora e si svolgono con la presenza di una guida.

l Casino del Bel Respiro - Villa Doria Pamphilj - By alinti (Own work) [Public domain], via Wikimedia Commons

Palazzo Pamphilj

Il Palazzo Doria Pamphilj, invece, non si trova nell'omonima villa, bensì in pieno centro storico, su Via del Corso. L'edificio, voluto da papa Innocenzo X, ospita una magnifica galleria d'arte. Qui puoi trovare una grande esposizione di pitture e statue realizzate da Jacopo Tintoretto, Tiziano, Raffaello Sanzio, Correggio, Caravaggio, Guercino, Gian Lorenzo Bernini, Parmigianino. Tutte opere commissionate dalle famiglie Doria, Pamphilj, Landi e Aldobrandini a partire dal XVI secolo. Le quattro famiglie si sono poi unite nei secoli sotto l'unica casata dei Doria Pamphilj, contribuendo ad unire in un'unica galleria questi magnifici capolavori.

Tra le varie opere, che si concentrano soprattutto nella Sala Aldobrandini e in quella dei Primitivi, il pezzo più pregiato è certamente il Ritratto di papa Innocenzo X, ad opera di Velázquez. Insomma, una delle collezioni private più ampie e pregiate di Roma, dove si respira la stessa atmosfera settecentesca, quando la galleria iniziò a prendere forma. È possibile visitarla tutti i giorni dalle 9 alle 19 al costo di 12 euro con possibilità di riduzioni.

La Galleria degli Specchi a Palazzo Doria Pamphilj - By Sailko (Own work), via Wikimedia Creative Commons

Photo credit

Foto di copertina: Villa Doria Pamphilj, By Burkhard Mücke - Own work, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=41122311