Un giorno tra castelli e pievi nel Chianti fiorentino

Un giorno tra castelli e pievi nel Chianti fiorentino

Il Chianti in autunno.

Se capitate in Toscana nel periodo di ottobre, prendete una macchina e vagate tra le armoniose colline, magari fermandovi in uno dei tanti piccoli borghi, castelli, pievi. E, se le giornate lo permettono, armatevi di macchina fotografica e perdetevi in paesaggi come questi, esaltati dai colori autunnali.

Paesaggi autunnali Chianti

3autunno toscana

1paesaggio toscana autunno

Qui di seguito, ho preparato per voi una lista delle più bei e suggestivi castelli e pievi nella zona del Chianti fiorentino. Buon viaggio!

Il Castello di Verrazzano, Greve in Chianti

21Castello di Verrazzano

In questo castello, un tempo insediamento etrusco-romano,  nel 1485 nacque Giovanni da Verrazzano, esploratore e navigatore che scoprì la Baia di New York nonché la maggior parte della costa orientale americana.

Gli uliveti e i vigneti di Verrazzano, grazie al suolo argilloso- calacareo e la posizione nel cuore del Chianti Classico, in alto sulla Val di Greve, sono conosciuti e apprezzati fin dal XIV secolo.

A pochi chilometri dal castello si può visitare anche il piccolissimo borgo di Montefioralle, racchiuso da una cinta di mura di forma ellittica, sempre nel Comune di Greve in Chianti; la tradizione vuole che il fortilizio sia appartenuto alla famiglia della Monna Lisa.

Per informazioni, visite al Castello, cantine e Wine tours, consultate il sito internet verrazzano.com.

Il Castello di Gabbiano, San Casciano Val di Pesa

5castello di gabbiano

Le prime notizie storiche sul castello di Gabbiano risalgono all’XI secolo quando fu incominciata la costruzione della torre quadrata a difesa di una delle più importanti vie di comunicazione tra Firenze e Siena mentre le cantine furono costruite introno al 1124.

Il Gabbiano rimase in possesso dei Bardi fino ai primi del Quattrocento dopodiché passò nelle mani dei Soderini, influente famiglia fiorentina. Attualmente il Castello è una splendida villa.

Per informazioni, visite al Castello, cantine e Wine tours, consultate il sito internet castellogabbiano.it

Paesaggio dal Castello di Gabbiano

Paesaggio dal Castello di Gabbiano

Castello di Santa Maria Novella, Fiano, Certaldo

12castello di santa maria novella

Il Castello di Santa Maria Novella, risalente al secolo X, è situato sulla collina più alta tra Firenze e Siena. L’antico castello, che rappresenta un notevole esempio dell’architettura toscana del Medioevo, è ricordato fin dal 1020. Distrutto dopo la battaglia di Montaperti, fu ricostruito e nuovamente raso al suolo nel 1313 dalle truppe di Arrigo VII. A seguito della distruzione del 1313 il Castello rimase abbandonato per oltre un secolo e fu riedificato nel XV secolo dalla famiglia Samminiatesi.

Cupola di San Michele Arcangelo a San Donnino, Barberino Val D’Elsa

Paesaggio Cupola di San Donnino

Paesaggio Cupola di San Donnino

La cupola che sovrasta la cappella ottagonale infatti una riproduzione in scala ridotta (1:8) della famosa cupola del Brunelleschi di Santa Maria del Fiore a Firenze. Non solo la pianta ottagonale, ma anche il sistema di costruzione a doppia calotta è identico a quello di Firenze, cambiando solo nelle finestre qui rettangolari e non circolari.

La cupola, realizzata tra il 1594 e il 1597, fu voluta da Giovan Battista Capponi su progetto di Santi di Tito, nel luogo dove venne distrutta la città e il Castello di Semifonte per opera dell’esercito di Firenze nel 1202. Per costruire il tempietto fu necessario chiedere il permesso al granduca Ferdinando I dei Medici che concesse una deroga ad una antica legge che vietava qualsiasi costruzione sulla collina di Semifonte.

Pieve di S. Appiano, Barberino Val d’Elsa

16sant'appiano

In passato, questa pieve romanica, era famosa come meta dei pellegrini per la sua locazione. Si trova infatti nelle vicinanze di un ramo della Via Francigena.

Per informazioni, consultate la sezione dedicata alla pieve di Sant’Appiano del sito borghiditoscana.net

Badia a Passignano, Tavarnelle Val di Pesa

11badia a passignano paesaggio

La Badia a Passignano sorge su un sito isolato raggiungibile con una diramazione della strada chiamata nel medioevo “strada senese del Sambuco”, percorso preferenziale per Siena utilizzato dai fiorentini almeno fino al 1200.

La Badia, fondata nel 1049 da un seguace della riforma monastica vallombrosana, si presenta come un complesso monastico fortificato a pianta quadrangolare con torri angolari. Verso la metà del 1400 furono realizzati l’ampliamento del convento, con l’aggiunta dei chiostri, e le mura.

8badia a passignano 2

A differenza di tutti gli altri insediamenti fortificati dell’area, Passignano ha avuto un storia completamente diversa, tanto che oggi lo ritroviamo praticamente intatto, anche grazie a discutibili rifacimenti del secolo scorso.

Per informazioni e storia, consultate la sezione relativa alla storia del sito internet badia-a-passignano.com

Paesaggio Badia a Passignano

Paesaggio Badia a Passignano

La pieve di San Pietro in Bossolo, Tavarnelle Val di Pesa

18la pieve tavarnelle

Per informazioni, consultate la sezione relativa al museo del sito tavarnelle.com

Pieve di San Donato in Poggio, Tavarnelle Val di Pesa

17pieve romanica san donato in poggio

Per informazioni, consultate il sito sandonatoinpoggio.it