Marsala

Guida di viaggio
Foto fornita da Expedia
L’attuale nome della città si deve alla denominazione che le diedero gli Arabi (Marsa Alì), che la conquistarono dopo i Romani. Trascorrendo le vostre vacanze a Marsala scoprirete una città d’enorme fascino, ricca di memorie storiche importanti, con alcune aree di natura incontaminata e con le famose cantine ove si produce il vino, noto in tutto il mondo, che contribuì a fare ricca questa località fin dalla seconda metà del ‘700.

La città, che sorge su una bassa punta rocciosa all’estremità occidentale della Sicilia, possiede un centro storico ben conservato e ricco di monumenti custodito all’interno del tracciato murario cinquecentesco, luogo ideale per iniziare il vostro viaggio a Marsala. In piazza della Repubblica, in un contesto urbanistico rinascimentale, sorge il Duomo il quale presenta una grandiosa facciata ed un vasto interno su colonne con numerose opere pregevoli d’Antonio Cagini.

Un breve passeggiata lungo la via II Maggio, vi condurrà alla settecentesca porta Nuova oltre la quale si trova la villa Cavallotti con un bel belvedere. Per chi crede nell’arte divinatoria deve visitare la chiesetta di San Giovanni, da cui si raggiunge una grotta dove, secondo il mito, avrebbe vaticinato la sibilla lilibetana. Non lontano è l’Insula Romana, un quartiere dell’antica città romana, gli scavi hanno riportato alla luce un piccolo edificio termale del III sec d.C. e molti mosaici policromi, tra questi, il magnifico mosaico delle belve che assalgono un cervo.

Altra tappa obbligata è rappresentata dalla visita ai bagli sono edifici aperti su un cortile interno, visibili presso gli stabilimenti vinicoli, tra i più importanti quelli dei Florio e degli Ingham-Whitaker. Presso capo Boeo (bella vista sulle Egadi ed il golfo di Stagnone) è il Baglio Anselmi, un ex stabilimento vinicolo, ospita un museo archeologico e, tra l’altro, il relitto di una nave punica del III sec. a.C. Escursioni consigliate sono quelle a Mozia ed alla Riserva dello Stagnone per giungere a Mozia occorre recarsi sul molo davanti all’isola di S. Pantaleo, si raggiunge con un breve tragitto in barca caposaldo della potenza cartaginese, fu distrutta da Siracusani e non più ricostruita, pertanto rimane un raro esempio d’insediamento fenicio-punico che non ha subito successive sovrapposizioni.

La Riserva dello Stagnone è un luogo emozionante di rara bellezza qui si possono incontrare tanti tipi d’uccelli migratori ed osservare una rigogliosa vegetazione mediterranea ed un panorama marino emozionante per la presenza di bianche saline e mulini a vento. Le sue spiagge non sono molte a causa della conformazione del territorio, ma questo non impedisce di trovare siti molto belli e non troppo frequentati, soprattutto scendendo verso Mazara del Vallo ove si possono rintracciare molti angoli appartati. Verso Trapani s’incontrano le Saline con la spiaggia di Marausa oppure, nella zona di S. Teodoro, una piccola spiaggia affascinante.

Approfittando dei pacchetti vacanze a Marsala potrete scoprire un territorio ricco di panorami insoliti e di sapori antichi ed originali, con uno spiccato piacere per la convivialità che ispira i cuochi marsalesi a fondere ricette della tradizione culinaria di questa terra con le tendenze gastronomiche internazionali: busiate al pesto trapanese, pasta con il pesto di Matarocco, sarde a beccafico, stigghiola, pane cunzato, purpette di milinciani, ed i dolci come: la cubbaita, gli ericini, la pasta reale, gli sfinci di S. Giuseppe tutte ricette che non conoscete? Cosa aspettate a venire ad assaggiarle, insieme con un bicchierino di una delle molte varietà di marsala?

Hotel Carmine