San Giovanni Rotondo

Guida di viaggio
San Giovanni Rotondo
Il viaggio a San Giovanni Rotondo vi condurrà alle pendici del Monte Calvo, in una conca al centro del Gargano.

Deve il suo nome ad un antico tempio di Giano a forma circolare sul quale fu in seguito costruita la chiesa dedicata a San Giovanni Battista dai Longobardi. Federico II successivamente, fece costruire delle mura di cinta e 15 torri di difesa, un tempo merlate, oggi rappresentate dalla Torre Cilindrica, ora sede del museo delle arti popolari. San Giovanni Rotondo è molto legato alla figura di Padre Pio e lo dimostra la nuova chiesa di Renzo Piano, il convento, la Via Crucis monumentale cosi come molte altri centri di culto. Che la vostra vacanza sia prevalentemente spirituale o rigenerante, grazie al mare della costa del gargano sa regalare, le offerte viaggio a San Giovanni Rotondo sapranno farvi trovare quello che state cercando.

Il Gargano non è solo la meta prediletta dagli amanti del mare e della natura incontaminata, ma è anche una delle mete religiose più note d’ Italia. Sono due le località di maggiore interesse per i pellegrini in visita, ovvero San Giovanni Rotondo e Monte Sant’Angelo. San Giovanni Rotondo è stata terra di passaggio fin dall’ antichità, anche se le ondate di pellegrini, cominciarono con l’arrivo di Padre Pio. Era il 1916 quando il beato comparve a San Giovanni. Grazie alla Sua presenza e al Suo impegno costante ed instancabile, questa città del Gargano avrebbe conosciuto nel futuro, una considerevole evoluzione. Padre Pio si impegnò, infatti, nella costruzione di numerose opere pubbliche. Tra tutte spicca la “Casa Sollievo della Sofferenza“, un grande ospedale destinato alle cure di molti ammalati provenienti da tutte le regioni italiane. Visitare San Giovanni Rotondo è un’occasione unica per ripercorrere le tappe salienti della vita del Santo. Nel mese di settembre, ci sono due date a Lui dedicate. Il 20 Settembre di ogni anno cade la festa cittadina di San Giovanni Rotondo e nell’ occasione, la cittadinanza ricorda il momento della consegna delle chiavi della città all’amato Padre di Pietrelcina. Il 23 Settembre invece, ricorre l’anniversario della Sua morte.

Edificato nell’area occidentale di San Giovanni Rotondo, il Complesso Conventuale di Santa Maria delle Grazie comprende l’antico monastero, la chiesa seicentesca ed il nuovo santuario, affacciati sull’omonimo piazzale. Il Convento, edificato nel Cinquecento, è il luogo in cui Padre Pio ha vissuto dal 1916 sino al giorno della sua morte ed affianca la chiesa più antica dedicata alla Madonna del Grazie, eretta un secolo dopo. La chiesetta custodisce la preziosa icona della Vergine e l’altare dov’era solito celebrare Padre Pio, mentre nel nuovo Santuario, edificato negli anni Cinquanta per accogliere l’alto numero di fedeli, si ritrovano gli splendidi mosaici che decorano le navate laterali. Sotto l’intero complesso, sono custodite la cella di Padre Pio e la cripta in cui fu interrato e dov’erano conservate le sue spoglie, prima della traslazione nella Nuova Chiesa.

Straordinario luogo di culto, frequentato da milioni di fedeli ogni anno, il Santuario di San Pio da Pietrelcina a San Giovanni Rotondo è la seconda chiesa in Italia per estensione, che copre una superficie complessiva di 6.000 metri quadri. Poco distante dallo storico santuario e dal Convento di Santa Maria delle Grazie, la nuova Chiesa di San Pio, inaugurata il 1° luglio 2004 dopo dieci anni di lavori, è stata progettata dal celebre architetto Renzo Piano e finanziata quasi interamente con le offerte dei pellegrini. Concepita per contenere circa 6.500 fedeli, la chiesa è uno straordinario esempio di architettura contemporanea, realizzata in pietra di Apricena, legno lamellare per le travi e di rame per la copertura. La cripta sotterranea, di 2000 metri quadrati, ospita i mosaici del presbitero sloveno padre Marko Rupnik, tra i maggiori artisti contemporanei nella realizzazione di mosaici d'arte sacra. Qui sono custodite oggi le spoglie di San Pio.

Monte Sant'Angelo, è il centro più elevato del Gargano (sopra i 8oo m.), è situato in mirabile posizione panoramica su uno sperone meridionale del promontorio con la vista aperta a ovest sul Tavoliere e a sud sul golfo di Manfredonia. La storia del paese ruota attorno alla costruzione della chiesa recentemente inserita nel patrimonio UNESCO – all’interno del sito seriale Longobardi in Italia per via delle testimonianze dell’arte - e dedicata all’Arcangelo Michele, apparso agli abitanti del borgo alla vigilia della battaglia con i Barbari. La Sacra Grotta, detta anche Basilica Celeste, è il luogo dove si colloca l’apparizione che ha dato origine al culto micaelico. A pochi chilometri ad ovest del centro abitato è possibile visitare l’antica Abbazia di Santa Maria di Pulsano, risalente al 1100. Prima di lasciare Monte Sant’Angelo si consiglia, inoltre, una visita al Museo delle Arti e Tradizioni popolari del Gargano, specchio fedele della cultura contadina del luogo. Da non perdere l’ultima settimana di settembre la festa di San Michele Arcangelo, il patrono della città, con la tradizionale processione e la cosiddetta “offerta della cera” durante la quale i bambini offrono al patrono i ceri votivi. Il Gargano, la sua storia ed il suo patrimonio culturale vi daranno un caloroso ben venuto, grazie alle offerte viaggio last minute a San Giovanni Rotondo.

Hotel Fini
Hotel Fini
3 out of 5