Vivere in Francia da anni significa anche raggiungere un livello di francesizzazione, sintomo di adattamento e cambiamento. Ecco 10 modi per controllare...

Vivere all'estero significa adattarsi al Paese che ci ospita e, gradualmente, far proprie le sue tradizioni ed abitudini. Quanto sentiamo vicini i cugini d'Oltralpe e quanto ci siamo adattati alle loro consuetudini? Qui i 10 modi per capire quanto ti sei francesizzato.

1. Grado di tolleranza

Ti senti completamente autorizzato a insultare i viaggiatori in metropolitana. Lo fai ogni volta che si mettono sul lato sinistro della scala mobile e si fermano a chiacchierare. Ad irritarti è anche la cartina, che, solitamente, stringono tra le mani e la valigia gigantesca d'ordinananza.

2. Un nuovo Natale

Galette des rois - picture by jackmac34 - own work. Licensed under Creative Commons CC0

Durante le feste natalizie, non cerchi più pandori e panettoni, che, comunque, non troveresti, ma muori dalla voglia di mangiare una galette des rois, possibilmente frangipane. Un dolce di fragrante pasta sfoglia, dall'aspetto e dal gusto inconfondibili!

3. Jambon cuit: un mondo scoperto

Al supermercato non ti sorprendi più al banco dei salumi confezionati. Ti sembra normale poter scegliere tra decine di tipologie di jambon cuit: con cotenna, senza cotenna, affumicato, con il 25% di sale in meno, bio, ecc. Malgrado ciò l'idea della cotenna sul prosciutto continua ad esserti estranea.

4. Quando la riservatezza non guasta

Entri in metropolitana, stanco, dopo una giornata di lavoro, e trovi, seduto accanto, uno studente italiano in erasmus. Come se niente fosse, urla al cellulare, raccontando ai genitori cos'ha mangiato a pranzo. Il fastidio generale è palpabile. Se, in molte circostanze, la riservatezza francese ti ha sorpreso, e anche un po' esasperato, ora la consideri un grande pregio!

5. L'abitudine del dossier

La burocrazia non ti spaventa più. Ormai sai che qualunque cosa tu debba fare, qualsiasi cosa tu debba richiedere, ci sarà sempre un dossier da riempire, e, probabilmente, una tessera da ritirare!

6. Huitres, foie gras e Sauternes!

Moulard Duck Foie Gras with Pickled Pear - picture by Luigi Anzivino - Licensed under CC BY-SA 2.0 via Commons

Le ostriche sono diventate una normalità, le trovi ovunque e provi il desiderio irrefrenabile di acquistarne quante più puoi. Non riesci a mangiarne tante quanto i tuoi amici francesi ma sei sulla buona strada. Se hai voglia di festeggiare non hai dubbi: compri foie gras e una buona bottiglia di Sauternes!

7. Frutta e verdura al supermercato

La vecchia abitudine di scegliere e pesare frutta e verdura con il guantino monouso è, ormai, dimenticata. Via a mani libere e ad etichette da attaccare direttamente su frutta e ortaggi!

8. Controllo dei prezzi

All'ora dell'aperitivo, la parola d'ordinanza è Happy Hour. Difficilmente ti fermi in un bistrot senza aver prima controllato l'orario e il prezzo scontato a cui viene proposta la pinta di birra o il cocktail della casa!

9. Addio ai primi piatti

Quando mangi fuori casa, sei abituato a scegliere le tre classiche portate: entrée, plat principal e dessert. Non ti sorprendi più nel vedere pasta o riso declassati al ruolo di contorno. Sei tristemente preparato, o, meglio, rassegnato.

10. Formaggi che passione

Credits: Comstock

Arrivato alla fine della cena, per concludere il pasto, ordini un bel piatto di formaggi. Se l'hai già fatto, ti faccio i miei complimenti. Hai raggiunto il livello massimo di francesizzazione!