L'Acropoli era la città alta dell'antica Atene. Costruita in posizione strategica per la difesa era anche il luogo principale di culto, di politica e di cultura all'epoca di massimo splendore dell'antica Grecia. Nonostante i danni e i saccheggi subiti nei secoli, l'Acropoli di Atene si presenta al giorno d'oggi come una delle meraviglie del mondo, uno di quei luoghi da visitare almeno una volta nella vita. In questo articolo vi diciamo tutto quello che c'è da sapere per una visita all'Acropoli di Atene e vivere le suggestioni di un viaggio nel tempo.

partenone-acropoli-atene.jpg?1582205651

Biglietti e orari per l'Acropoli di Atene

Il prezzo del biglietto intero di ingresso è €20, durante la stagione invernale (1 novembre - 31 marzo) il prezzo è dimezzato a €10.Per i ragazzi sotto i 18 anni, gli over 65, gli studenti e i disabili il prezzo di ingresso è €10, ed è soggetto alla riduzione del 50% durante il periodo invernale.Esiste un biglietto cumulativo, per cui non è prevista una riduzione, che costa €30 e include: ingresso all'Acropoli, museo dell'agorà, agorà romana, tempio di Zeus, keramikos, sito archeologico di Lykeion, biblioteca di Adriano.Il biglietto cumulativo non include l'ingresso al Museo dell'Acropoli, per cui è previsto un biglietto da €10 (prezzo dimezzato a €5 nel periodo invernale).Se scegliete di visitare l'Acropoli di Atene in bassa stagione non dovreste trovare code agli sportelli per i biglietti, altrimenti è consigliabile acquistarli in anticipo per saltare la coda. I biglietti si possono comprare online sul sito ufficiale (solo in greco e in inglese) oppure tramite tour operator che offrono anche la possibilità di avere una visita guidata.

Gli orari per l'accesso all'Acropoli di Atene sono dalle 8:00 alle 19:00 (periodo estivo, 1 aprile - 31 ottobre) o dalle 8:00 alle 17:00 (periodo invernale, 1 novembre - 31 marzo). L'ultimo ingresso è consentito mezz'ora prima della chiusura. L'Acropoli è chiusa nei giorni di festa: 1 gennaio, 25 marzo, 1 maggio, Domenica di Pasqua, 25 e 26 dicembre ed è accessibile gratuitamente in occasione di alcune festività e date particolari: 6 marzo, 18 aprile, l'ultimo weekend di settembre, 28 ottobre, ogni prima domenica del mese tra il primo di novembre e il 31 marzo.

templi-acropoli_atene.jpg?1582205679

Storia dell'Acropoli

La storia dell'Acropoli di Atene ci porta indietro nel tempo di 2500 anni anche se, in base alle scoperte archeologiche, la collina fu abitata fino dall'età del bronzo. Le prime fortificazioni della collina sono arrivate con i Micenei e il primo tempio dorico in roccia calcarea fu costruito dagli ateniesi nel VI secolo a.c.L'Acropoli fu rasa al suolo dai persiani nel 480 a.c. e fu ricostruita successivamente da Pericle, con un progetto visionario che ambiva a superare lo splendore dell'epoca micenea. Un progetto che, attraverso i secoli, è arrivato fino ai nostri giorni.

L'azione del tempo ha naturalmente degradato le strutture ma ci sono stati parecchi fattori che hanno contribuito alla loro rovina. L'Acropoli ha vissuto diverse invasioni, che hanno più volte cambiato le funzioni dei vari edifici. Durante l'occupazione ottomana il Partenone venne adibito a magazzino per munizioni e proprio per questo, un bombardamento a opera dei veneziani nel XVII secolo, ne causò l'esplosione che distrusse buona parte dell'edificio. Seguirono saccheggi e furti, e la rimozione di buona parte delle statue da parte del Conte di Elgin che le vendette al British Museum, dove alcune si trovano tutt'ora.

Dopo la guerra di indipendenza Greca del 1822 iniziò un lungo lavoro di restauro che con scavi e l'intervento di numerosi esperti riuscì a riportare l'Acropoli di Atene a una condizione il più vicino possibile al suo splendore originale.

Pianta dell'Acropoli di Atene

Con questa mappa dell'Acropoli di Atene potrete più facilmente visitare il meraviglioso sito archeologico. Più sotto nell'articolo forniremo una descrizione più dettagliata dei migliori templi da vedere all'Acropoli.

pianta-acropoli-atene.png?1582198313

Madmedea. / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)

  1. Partenone
  2. Antico tempio di Atena Poliàs
  3. Eretteo
  4. Statua di Atena Promachos
  5. Propilei
  6. Tempio di Atena Nike
  7. Santuari di Afrodite Pandemos, Ghe Kourotrophos e Demetra Chloe
  8. Santuario di Artemide Brauronia o Brauroneion
  9. Calcoteca
  10. Pandroseion
  11. Arrephorion
  12. Altare di Atena Poliàs
  13. Santuario di Zeus Polieus
  14. Santuario di Pandion
  15. Odeon di Erode Attico
  16. Stoà di Eumene
  17. Santuario di Asclepio o Asklepieion
  18. Teatro di Dioniso
  19. Odeo di Pericle
  20. Santuario di Dioniso
  21. Fonte micenea

Cariatidi-acropoli-atene.jpg?1582205696

Cosa vedere all'Acropoli di Atene: templi e altri capolavori

Il Partenone (1) è di sicuro l'edificio più rappresentativo dell'Acropoli. Non solo ne è il simbolo ma la sua perfezione architettonica e le sue dimensioni da primato mondiale ne fanno un simbolo di tutto ciò che la cultura dell'Antica Grecia rappresentava.

Un altro importante tempio dell'Acropoli di Atene è l'Eretteo (3), uno dei templi più particolari con la sua pianta asimmetrica dovuta ai diversi santuari che lo compongono e alle irregolarità del terreno su cui sorge, e caratterizzato dal famoso portico delle Cariatidi. Tutte le sue statue, incluse le Cariatidi, sono delle repliche degli originali che si trovano al Museo dell'Acropoli e al British Museum di Londra una misura necessaria per proteggerle dall'azione corrosiva dello smog cittadino.

Alla dea Atena sono dedicati ben due templi. Il tempio di Atena Nike (6) è la struttura più piccola dell'Acropoli, e sorge nel suo angolo sud-ovest, su uno sperone roccioso. Riconoscibile dalle quattro ioniche monolitiche sul fronte e sul retro e dal fregio che rappresenta le guerre tra persiani e greci, aveva la funzione di ospitare la statua di Apteros Nike, la Vittoria che, senza ali, non avrebbe potuto lasciare Atene.Tra il Partenone e l'Eretteo si trovano le antiche fondamenta del tempio di Atena Poliàs (2), dedicato alla dea protettrice della città. Alla base dell'Acropolis si trova l'Odeon di Erode Attico (15) un teatro attivo da ventidue secoli e ha ospitato in tempi recenti esibizioni leggendarie di Maria Callas, del Balletto del teatro Bolshoi ma anche di superstar come Elton John e Sting. Questo teatro è stato ristrutturato e reso agibile per la sua programmazione di spettacoli, ma si può intuire la struttura originale che è stata fedelmente mantenuta. Per un riscontro più diretto recatevi nella zona meridionale dell'Acropolis dove troverete il Teatro di Dionisio. Questo enorme teatro, costruito per le celebrazioni dionisiache e per le rappresentazioni teatrali di Sofocle e Aristofane, poteva ospitare fino a 17.000 spettatori!

teatro-acropoli-atene.jpg?1582205711

LEGGI ANCHE: Le 20 cose da vedere ad Atene!