Ci sono borghi vicino a Bologna che, tra vicoli e case in pietra , ti conducono in un tempo che pare essersi fermato. Specie tra le valle appenniniche, si nascondono piccoli gioielli, mete ideali per chi vuole lasciarsi alla spalle la vita cittadina. Scopriamo insieme alcuni dei più belli paesini nei pressi di Bologna.

1.Dozza

Questo piccolo paesino vi permetterà di raddoppiare il valore della vostra gita fuori borgo: nella stessa location abbiamo infatti la rocca e il borgo. L'imponente Rocca di Dozza nacque per volere di Caterina si Sforza, e fu trasformato a residenza nobiliare in epoca rinascimentale. Il borgo di Dozza, uno dei più belli nei paraggi di Bologna, si differenzia dalla maggior parte dei borghi più belli d'Italia per i dipinti che decorano i muri di case e botteghe. L'iniziativa è nata negli anni sessanta con la Biennale del Muro dipinto che, da allora, ha visto coinvolti centinaia di artisti.

DOZZA_-_portici.JPG?1588178669

Casalmaggiore Provincia / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)

2. San Pietro di Ozzano

Il piccolo e grazioso borgo di San Pietro si trova ai confini con il Parco regionale dei Gessi Bolognesi e dei calanchi dell'Abbadessa, a pochi chilometri da Bologna. Qui sorgeva uno dei castelli eretti in epoca medievale a difesa della via Emilia, ma di questo ora rimane la torre millenaria, il simbolo del borgo e del comune di Ozzano. Una visita al borgo di San Pietro è un salto nel passato, anche grazie alle sue osterie tradizionali.

3. Malacappa

Sebbene sia destinazione amata dai bolognesi per una gita fuori porta, il borgo di Malacappa ha mantenuto il suo aspetto tradizionale, sospeso nel tempo. In una posizione affascinante, stretto tra gli alti argini del Reno, si specchia nel fiume ed è circondata da numerose oasi naturali con fauna selvatica e flora spontanea.

4. Selva Malvezzi

Circondato dalle risaie a sud del torrente idice si trova Selva Malvezzi, un bellissimo borgo vicino a Bologna. Le sue origini risalgono al medioevo, sorto come complesso feudale di una ricca famiglia bolognese. Il borgo ha mantenuto in gran parte il suo aspetto originarie, tra zone abbandonate alla custodia del tempo, come il castello - detto "Palazzaccio" - e il meglio conservato Palazzo del Governatore.

5. Brisighella

Questo affascinante borgo si trova a un'ora di auto da Bologna, ai confini del Parco Regionale della Vena del Gesso. Appena arrivati a Brisighella noterete subito le conformazioni naturali che creano una protezione naturale al borgo, costruito in posizione strategica. Su due di questi colli sono state costruite due fortificazioni: la Rocca Manfrediana e la Torre dell'Orologio. Questi edifici sono aperti al pubblico e, in estate, sono sede di suggestive rivisitazioni storiche.

6. Vimignano-la Scola

Il borgo medievale della Scola di Vimignano risale al XIV secolo ed è uno dei meglio conservati di tutto l'appennino bolognese. L'aspetto attuale del borgo risale ai due secoli successivi alla fondazione, quando i contadini si impossessarono delle terre abbandonate dai conventi e dai nobili che migrarono verso la città, e i Maestri Comancini trasformarono le torri da baluardi difensivi ad abitazioni. Notevole la trecentesca Casa Parisi, appartenuta alla famiglia che fu proprietaria del borgo fino al Settecento.

La_Scola_di_Vimignano_%28vista_da_Ca

Carlo Pelagalli / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)### 7. Monteveglio

L'antico borgo medievale di Monteveglio, a solo mezz'ora d'auto da Bologna, è dominato dall'Abbazia del XII secolo e dal Castello dell'anno Mille. Come si può facilmente immaginare osservando la sua posizione, Monteveglio era una delle roccaforti più importanti della zona e, di conseguenza, fu il teatro di numerosi scontri e battaglie. L'Abbazia sorge su un sito ancora più antico, le cui tracce sono ancora visibili nella cripta dove si trova un'acquasantiera di epoca longobarda.

8. Pieve di Cento

Situato lungo le rive del Reno, al confine con la provincia di Ferrara, questo grazioso borgo è anche conosciuto come "la piccola Bologna". Una sua caratteristica sono infatti i lunghi portici, che permettono di percorrerne l'intero centro al riparo da eventuali piogge, e l'aspetto marcatamente medievale. Qui è possibile fare un percorso nella storia dell'architettura urbanistica: dal centro modellato su un castrum romano, si passa al paese medievale, poi rinascimentale e infine barocco.

9. Verucchio

Appollaiato su un'altura rocciosa confinante con la Repubblica di San Marino, questo borgo fu la culla della dinastia dei Malatesta ed è circondato dalla bellezza paesaggistica della Valle del Fiume Marecchia. Prima ancora dei Malatesta questi luoghi furono abitati sin dall'età del ferro e videro lo sviluppo della civiltà villanoviana, le cui tracce si possono ancora trovare nelle necropoli situate alle pendici della collina di Verucchio.

Verucchio_dall

Lorenzo Gaudenzi / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)### 10. San Leo

Sempre nei pressi della Repubblica di San Marino, situato su un masso roccioso invalicabile, sorge l'antichissimo borgo di San Leo. La sua posizione strategica - isolata e inespugnabile - ne ha fatto un luogo dal ruolo fondamentale sia dal punto di vista religioso che militare. Persino il Sommo Poeta Dante ne parla, dedicando a San Leo due versi nel Canto IV del Purgatorio.

11. Gualtieri

Ci spingiamo un po' più in là, a un centinaio di chilometri da Bologna, fino a raggiungere le rive del Po, al confine con la Lombardia, dove troviamo questo borgo che è un capolavoro dell'urbanistica tardo cinquecentesca. Gli appassionati d'arte avranno già riconosciuto il nome, fu infatti in questo borgo che il celebre pittore Ligabue passò buona parte della sua vita. Il Palazzo Bentivoglio, affacciato sulla piazza centrale, ospita infatti il Museo Documentario Antonio Ligabue.

Gualtieri__palazzo_bentivoglio_03.jpg?1588179974

Sailko / CC BY-SA (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)### 12. Montefiore Conca

Torniamo nel riminese, terra dei Malatesta, tra le rocche posizionate a pochi chilometri dalla riviera romagnola. Qui sorge Montefiore Conca, inserito nel circuito dei borghi più belli d'Italia, dalla cui rocca è possibile ammirare la costa antistante. Ai piedi di questa imponente fortificazione si sviluppa l'antico borgo medievale, tra i più integri e affascinanti tra i borghi vicino a Bologna. La magica atmosfera che respirerete fra le sue stradine verrà ulteriormente ravvivata in occasione delle manifestazioni d'epoca organizzate nel periodo estivo.

13. Fiumalbo

Fiumalbo è l'esempio perfetto di borgo medievale che, non solo ha mantenuto il suo centro storico con le case di sasso, ma anche mantenuto le tradizioni, tra cui un dialetto unico. Ma è la natura a dominare il paesaggio e a rendere Fiumalbo ancora più speciale: circondato dal passo del Frignano e dominato dal Monte Cimone da un lato e dal Monte Lagoni dall'altro. È la meta ideale per chi vuole andare in montagna senza allontanarsi troppo da Bologna.

14. San Giovanni in Marignano

Ci troviamo a due passi da Cattolica, quindi sempre nel territorio dei Malatesta, e una visita a questo borgo vicino a Bologna può essere l'occasione per passare anche un weekend al mare. San Giovanni nasce come punto di riferimento per la produzione agricola delle fertili campagne circostanti, e tuttora mantiene l'atmosfera di un'antica civiltà contadina che continua a organizzare manifestazioni, fiere e mercati.

15. Montegridolfo

A due ore di auto da Bologna, questo borgo si posiziona nell'estremo lembo meridionale dell'Emilia-Romagna, quasi al confine con le Marche. Montegridolfo era posizionato sulla Linea Gotica della seconda guerra mondiale, ma la sua storia di baluardo di confine risale fin dalla sua nascita nel Medioevo. Un piccolo gioiello da visitare, un suggestivo castello malatestiano, che racchiude il borgo antico conservato grazie a un accurato restauro.

16. Castell'Arquato

A trenta chilometri da Piacenza, su una collina che domina la Val D'Arda, troviamo arroccato questo affascinante borgo medievale che domina il paesaggio. Castell'Arquato è uno dei borghi vicino a Bologna più interessanti da visitare: ha mantenuto il suo aspetto originale con numerosi edifici perfettamente conservati, tanto da essere stato scelto come set per il celebre film Ladyhawke. Da non perdere i suoi musei e le manifestazioni folkloristiche organizzate ogni anno.

Castell

Terensky / CC BY (https://creativecommons.org/licenses/by/3.0)### 17. Bagno di Romagna

Come suggerisce il nome questo borgo è noto per le sue acque termali, che sgorgano a una temperatura naturale di 45 gradi. Ciò rende Bagno di Romagna una destinazione di salute e benessere molto gettonata anche in inverno, per la possibilità di fare un bagno all'aperto, circondati dal candore della neve. In estate invece il centro storico si arricchisce di eventi e i boschi circostanti diventano meta di escursioni adatte a tutta la famiglia.

18. Portico di Romagna, Bocconi e San Benedetto in Alpe

Nella vallata del Montone, in provincia di Forlì, si trovano tre piccoli borghi da visitare, a circa un'ora e mezza di auto da Bologna. Portico ha origini antiche, risalenti all'epoca romana, ed è caratterizzato da un'ottima conservazione e cura del suo nucleo antico. La storia di San Benedetto è legata all'omonima abbazia che esiste dall'anno 1000, tra i suoi ospiti può annoverare anche l'esule Dante Alighieri. Nella frazione di Bocconi potete ammirare il ponte della Brusìa su tre arcate e la torre Vigiacli, attorno alla quale si sviluppa il centro.

19. Premilcuore

Questo borgo, oltre ad avere un nome meraviglioso, ha una storia antica che affonda le sue radici nella leggenda. Il suo aspetto attuale testimonia il suo passato medievale, quando Premilcuore era sotto il controllo della chiesa ravennate. È un borgo molto amato dagli appassionati della natura, che vengono qui in cerca di pace e per rinfrescarsi nelle pozze del fiume Rabbi, noto per le sue cascate.

Premilcuore.jpg?1588180164

20. Longiano

Un altro borgo roccaforte dei Malatesta - di cui rimane il castello - e caposaldo della Linea Gotica, Longiano è posizionato su un colle al limite della valle del Rubicone. Oltre ai suoi elementi più antichi questo borgo vanta una fervida attività agricola e un teatro ottocentesco il cui palco è stato calcato da esponenti di spicco come Dario Fo, Franca Rame e Vittorio Gassman.

LEGGI ANCHE: Gita fuori porta Bologna: 15 idee tra città, borghi e natura!