Se avete in programma un viaggio a Londra, di sicuro prima o poi vi ritroverete su uno dei suoi ponti. I passaggi sul Tamigi sono 33 in tutto, ognuno unico a modo suo, e nella vostra prossima vacanza a Londra non potrete fare a meno di attraversarli. Alcuni fra questi ponti non sono solo un concentrato di storia, ma anche emblemi inconfondibili della capitale britannica e i migliori punti panoramici per apprezzare lo skyline metropolitano. Nel corso del tempo sono stati molti gli artisti che si sono lasciati ispirare dai ponti di Londra e dal Tamigi: Claude Monet, Camille Pissarro, James McNeill Whistler, e naturalmente uno dei maggiori pittori britannici, J. M. W. Turner.

luca-micheli-422053-unsplash.jpg?1549514733

Nel cuore della città i ponti sono sempre dietro l'angolo: se decidete di raggiungere il Tamigi dal vostro hotel a Londra, sicuramente lungo il cammino ne troverete uno di quelli che stiamo per presentarvi. Se preferite vivere l'esperienza dall'acqua, salite a bordo di un battello Thames Clippers, mezzi pubblici che collegano Westminster a Greenwich, e lasciatevi cullare mentre passate sotto le suggestive arcate che attraversano il Tamigi.

Se vi interessano la storia, la fotografia, l'arte o semplicemente se volete ammirare Londra in tutto il suo splendore, ecco i ponti panoramici da non perdere.

eva-dang-382389-unsplash.jpg?1549514200

1. Ponte di Westminster

Il ponte di Westminster è forse il ponte più famoso per l'incantevole vista che offre. Da qui si vedono, a seconda della riva, il Parlamento, il Big Ben e il London Eye.

Ma questo ponte non è solo un ottimo punto panoramico, quando lo attraverserete vi troverete sulla più antica fra le opere carrabili di Londra. Aperto nel 1862 in sostituzione di una struttura risalente al 1750, il ponte di Westminster è lungo 250 metri e disseminato di dettagli gotici.

Questa zona era la preferita di Claude Monet, che dai belvedere nei pressi del ponte ha dipinto alcuni dei suoi più famosi quadri londinesi, fra cui la serie dedicata al Palazzo di Westminster. Monet era solito lavorare a più opere contemporaneamente, concentrandosi sulle diverse condizioni luminose e sui colori del cielo in base al movimento del sole. Di sicuro sapeva il fatto suo: il ponte di Westminster è forse il punto più caratteristico per aspettare il tramonto a Londra.

charles-postiaux-774486-unsplash.jpg?1549514339

2. Tower Bridge

Un elenco dei più bei ponti di Londra non è completo senza il Tower Bridge. Spesso confuso con il London Bridge, questo elaborato ponte venne inaugurato nel 1894 e da allora è diventato uno dei monumenti più celebri della città. Ed è anche uno dei più trafficati, attraversato da oltre 40.000 persone al giorno.

Oggi il Tower Bridge offre una vista spettacolare su South Bank, la Torre di Londra, The Shard e molto, molto altro. La struttura è visitabile e, a chi è in cerca di emozioni forti (e di un panorama memorabile), consigliamo di percorrere la passerella superiore in vetro. Non si può dire di essere stati a Londra senza aver visto con i propri occhi questo ponte, simbolo della città.

luigi-manga-457597-unsplash.jpg?1549514424

3. London Bridge

Ebbene sì, nella nostra classifica c'è anche il London Bridge, nonostante il design lasci un po' a desiderare rispetto al Tower Bridge. Se non altro, il London Bridge è perfetto per godere di un'eccezionale vista sul Tower Bridge! Non solo: i trascorsi della struttura sono affascinanti, considerando che le sue origini risalgono ai tempi dell'occupazione romana a Londra. Per conoscere meglio questo monumento e scoprire perché è molto più dell'oggetto di una famosa canzoncina, potete partecipare alla London Bridge Experience: un tour che vi farà vivere in prima persona il torbido passato del ponte.

jonathan-chng-755305-unsplash.jpg?1549514469

4. Millennium Bridge

Aperto nel 2000, il Millennium Bridge è uno dei ponti più recenti della capitale inglese e merita assolutamente una visita. Oltre a essere un piacere per gli occhi, questo passaggio pedonale si apre su vari punti d'interesse, come la Cattedrale di Saint Paul, la Tate Modern, The Shard e, in lontananza, il Tower Bridge.

È uno dei ponti più fotografati di Londra... inutile chiedersi il perché!

jaanus-jagomagi-393163-unsplash.jpg?1549513858

5. Waterloo Bridge

Il Waterloo Bridge era un altro dei monumenti raffigurati da Monet, che spesso trascorreva le mattine a dipingere il ponte dal suo hotel a Londra. Ergendosi su un'ansa del Tamigi, guarda verso Westminster, South Bank e il London Eye a ovest, oppure la cattedrale di Saint Paul, il 30 St Mary Axe e Canary Wharf a est.

Anche se il ponte in sé potrebbe non dire molto esteticamente, le prospettive che regala sono tra le più apprezzabili. Anzi, secondo alcuni sarebbe addirittura IL miglior ponte per godersi Londra. Turner lo dipinse tra il 1830 e il 1835 circa, includendo nell'opera un battello a vapore che attraversava il Tamigi, per dimostrare che Londra all'epoca era una città all'avanguardia.

Il primo Waterloo Bridge è datato 1817 e deve il nome all'omonima battaglia combattuta due anni prima. La seconda versione è stata costruita negli anni Quaranta del secolo scorso da una manodopera prettamente femminile, dato che gli uomini erano impegnati nella Seconda guerra mondiale. Ecco perché spesso è soprannominato "the Ladies' Bridge", il ponte delle signore.

6. Albert Bridge

Albert Bridge, classe 1873, è uno dei pochissimi ponti sospesi di Londra. Affacciato su Chelsea a nord del Tamigi e Battersea a sud, vale una tappa anche solo per la struttura sorprendente, soprattutto di sera, quando è illuminata.

sandra-ahn-mode-350279-unsplash.jpg?1549502833Londra è una città estremamente fotogenica, su questo non si discute. Passeggiare su uno dei suoi ponti, specialmente uno come il ponte di Westminster o il Waterloo Bridge, vuol dire contemplare la quintessenza della città: gli edifici storici, gli scorci più noti, il fermento della metropoli tutt'intorno, Tamigi compreso.

I ponti di Londra celano bellezze tutte da scoprire: non solo dal punto di vista architettonico, ma anche per gli splendidi scorci che offrono. Non è difficile capire come mai Monet e tanti altri artisti abbiano scelto di posare i cavalletti lungo le sponde del Tamigi, ansiosi di cogliere in punta di pennello la magia dei ponti londinesi.

LEGGI ANCHE: I 10 ponti di Venezia più belli!