In un valzer di colori sul Danubio, divisa nei quartieri di Buda e Pest, la capitale ungherese ha un fascino ammaliante. Ecco le cose da vedere a Budapest.

La città delle sorgenti termali, delle architetture ottomane, dei bagni in stile Art Nouveau, adagiata tra l'isola Margherita, il Castello, le guglie del Palazzo del Parlamento, il Bastione dei Pescatori, è un elegante scrigno di chiese, monumenti, quartieri, racchiuso in un dedalo di romantiche vie lastricate. Con la sua indole un po' vecchia e regale, un po' mitteleuropea, questa città dalla duplice anima vi sorprenderà con le sue diverse attrazioni. Abbiamo selezionato dieci cose da vedere a Budapest, da non perdere assolutamente.


1. Il quartiere di Pest

Con i negozi alla moda lungo viale Andrássy, le botteghe "creative" degli artisti, Pest, vivace e moderno, si contrappone al quartiere di Buda, raggomitolato intorno al suo silenzioso Castello. Dal Duomo di Santo Stefano alla Sinagoga, la più grande d'Europa, dal Museo Etnografico alla Casa del Terrore, adibita da nazisti e comunisti a luogo di tortura, questo quartiere rappresenta l'anima più moderna della città.


2. Váci Utca: la via dello shopping

Percorsa da ristoranti, locali alla moda e piccoli negozi di artigianato, questa arteria di Pest che conduce a piazza Vörösmarty è certamente la "roccaforte" dello shopping.

3. Piazza degli Eroi

Piazza degli Eroi, una delle principali di Budapest, sorge nei pressi del parco Városliget. Le statue del Millennium Memorial e il cenotafio dedicato alla memoria degli eroi, vi consentiranno di ripercorrere alcuni momenti della storia ungherese.

4. Il Museo delle Belle Arti

Nella centrale piazza degli Eroi, un monumentale palazzo in stile neoclassico ospita lo Szépművészeti Múzeum, il Museo delle Belle Arti che racchiude una delle più prestigiose collezioni di dipinti al mondo. Oltre alle antichità egizie e greco-romane, potrete ammirare alcuni capolavori del Ghirlandaio, di Giorgione, Tiziano, Tintoretto, Monet, Goya, Giotto e Tiepolo.

5. Il Palazzo del Parlamento

Fastoso simbolo dell'indipendenza del popolo ungherese, questo maestoso edificio, espressione dell'architettura neobarocca, ma anche dell'arte gotica, rappresenta un'eclettica sintesi di stili. Il palazzo, che sorge nel quartiere di Pest, con la sua caratteristica cupola di ferro, ospita oggi il capo del Governo e il Presidente della Repubblica. Nei pressi del Parlamento (Kossuth Lajos tér), una passeggiata lungo il Danubio vi condurrà alla scoperta di un monumento molto particolare. Si tratta di un'opera realizzata con vecchie scarpe abbandonate, appartenute agli ebrei ungheresi vittime del massacro da parte dei miliziani delle Croci Frecciate, di certo un memoriale di grande impatto emotivo.

Il Palazzo del Parlamento di notte riflesso sul Danubio con la luce di fuochi d'artificio..jpg) Il Palazzo del Parlamento di notte riflesso sul Danubio con la luce di fuochi d'artificio.

6. Il Ponte delle Catene

Con la sua campata sospesa tra due piloni di impianto neoclassico, e le statue che ritraggono grandi leoni senza lingua, questo ponte, il più vecchio e noto di Budapest, congiunse, nel 1873, le città di Buda e Obuda, situate sulla sponda occidentale del Danubio, con la città di Pest, sulla riva orientale del fiume. La struttura, in ferro e pietra, inaugurata nel 1849, fu distrutta durante la seconda guerra mondiale, per essere riscostruita nel 1949. Il ponte è un ottimo punto per ammirare la città, concedersi una passeggiata e scattare qualche foto.

Il Ponte delle Catene di notte..jpg) Il Ponte delle Catene di notte.

7. Il Castello di Buda

Dal Ponte delle Catene e da piazza Adam Clark, attraverso la caratteristica funicolare, potrete raggiungere il Castello, noto anche come "Palazzo Reale", nel cuore del quartiere Buda, centro economico e commerciale della città. Dopo una piacevole passeggiata tra le mura e i giardini che circondano l'edificio, da dove potrete concedervi una vista mozzafiato, è d'obbligo una visita all'interno, alla scoperta della biblioteca Széchenyi, del Museo di Storia della città e del Museo di Arte contemporanea. Nei pressi del Castello, al centro della Szentháromság ter (piazza della Santa Trinità) si innalza la Chiesa di Nostra Signora Assunta della Collina del Castello, trasformata dai Turchi in moschea, nel 1541.

LEGGI ANCHE: Castello di Buda: cosa vedere al Palazzo Reale di Budapest!

8. Il Bastione dei pescatori

Con le sue sette torri, che svettano sul colle dalla terrazza panoramica che accoglie anche il Castello, il Bastione deve il suo nome alla corporazione dei pescatori incaricata durante il Medioevo di difendere questo tratto di mura della città. Da questo punto godrete di una vista unica su Pest e sul Danubio.

Uno scorcio del Bastione dei Pescatori.jpg) Uno scorcio del Bastione dei Pescatori.

9. Le terme

Budapest, la città europea con il maggior numero di sorgenti, offre un'ampia scelta di stabilimenti termali, molti dei quali risalgono alla dominazione turca. A piazza degli Eroi, Széchenyi, (Állatkerti krt. 9-11) con le sue 5 piscine e i 12 bagni è uno dei maggiori centri termali d'Europa dal 1913. Molte vasche sono all'aperto, ma l'acqua delle sorgenti raggiunge temperature talmente elevate che potrete godere dei bagni anche in pieno inverno. Tra i complessi termali ideali per concedersi qualche ora di relax non dimenticate i Bagni Rudas (Döbrentei tér 9) - con il suggestivo gioco di luce che filtra dalla cupola e la piscina ottagonale - e gli eleganti Bagni Gellért (Kelenhegyi út 4).

I Bagni Gellért.jpg) I Bagni Gellért.

10. L'isola Margherita

Questa piccola perla immersa nel Danubio - che deve il suo nome alla presenza di un convento in cui, secondo la tradizione, sarebbe vissuta santa Margherita d'Ungheria - ospita un parco galleggiante, particolarmente affollato d'estate, collegato alla terraferma da due ponti. Potrete trascorrere qualche ora in questo polmone verde, ammirando anche la "fontana musicale", il gazebo e la chiesa dedicata a Janus Pannonius.


Photo credit

Foto di copertina: Una veduta notturna di Budapest.