Oasi verdi, spiagge da sogno e architetture fantasiose sorgono tra paesaggi lunari dal fascino ipnotico: ecco cosa vedere a Lanzarote​!

La più orientale delle isole Canarie offre una grande quantità di attrazioni. Il clima mite tutto l'anno e i paesaggi forgiati dall'attività dei suoi vulcani la rendono una destinazione adatti sia a chi ama le vacanze mare che a chi cerca avventura e panorami da cartolina.

Ecco un elenco di cosa vedere a Lanzarote che include parchi naturali, arte e spiagge.

1. Parco Nazionale del Timanfaya

Nel Parco nazionale del Timanfaya si trovano le montagne di fuoco, i vulcani, oggi in stato di quiescenza, che tre secoli fa devastarono l'isola con eruzioni impressionanti. Lungo la strada che conduce al centro visitatori si ha la sensazione di essere atterrati sulla luna. I colori dominati sono il rosso e il nero. Il parco può essere visitato con visite guidate a bordo di bus che conducono attraverso il paesaggio creato dalle colate laviche. Tutta l'area del parco è dichiarata Riserva della Biosfera.

Parco Nazionale Timanfaya - Silvia Romio PhotographyParco Nazionale Timanfaya - Silvia Romio Photography

2. Lo Hervideros

A qualche chilometro a sud del Timanfaya si trova quest'altro inusuale spettacolo naturale. Quando il magma raggiunse le fredde acque dell'oceano si solidificò in roccia. Col passare dei secoli queste insenature sono state scolpite dalle onde, che hanno creato gole, grotte e anfratti. Il nome "hervideros", in spagnolo "ebollizione", deriva dal rumore dell'acqua che si insinua tra gli anfratti di roccia.

3. Il Charco de los clicos

La laguna verde del Charco de los clicos è una delle principali cose da vedere a Lanzarote. Si tratta di un cratere vulcanico eroso dalle onde e aperto sull'oceano. Qui sono riassunti tutti i colori dell'isola: il rosso della terra, il nero della sabbia vulcanica, il blu del mare e il verde della laguna, dovuto alla presenza di una particolare alga.

4. Playa Papagayo

Incastonata tra falesie color ocra e nero, Playa del Papagayo sorge nell'estrema propaggine meridionale di Lanzarote. Si tratta della spiaggia più scenografica dell'isola, con sabbia dorata e acque color smerlado. La spiaggia di trova all'interno di un parco naturale protetto ed è raggiungibile lungo una strada sterrata che attraversa praterie da far west. Niente paura, alla fine c'è il paradiso!

Playa del Papagayo - Silvia Romio PhotographyPlaya del Papagayo - Silvia Romio Photography

5. Playa Blanca

Poco distante da Playa del Papagayo, Playa Blanca è una delle località più note di Lanzarote. L'ex villaggio di pescatori accoglie oggi turisti di tutte le nazionalità, attirati dalle spiagge bianche e dai ristoranti che servono dell'ottimo pesce. Da qui salpano anche i traghetti per la vicina Fuerteventura.

6. La Geria, la regione vinicola di Lanzarote

Strano pensare che si possa coltivare in queste terre laviche, ma La Geria ne è la dimostrazione. La regione vinicola di Lanzarote si estende nel centro-sud dell'isola. Merito di questo miracolo è l'ingegnoso metodo di coltivazione della vite, che sfrutta le pietre laviche disposte a semicerchio per proteggere le piante e favorire il ristagno dell'acqua. Il risultato è un paesaggio assolutamente unico nel suo genere. Da vedere anche se siete astemi!

La Geria - Silvia Romio PhotographyLa Geria - Silvia Romio Photography

7. Monumento al campesino

Con questo monumento l'artista Cesar Manrique, originario di Lanzarote, volle rendere omaggio alla popolazione locale. Il monumento è collocato simbolicamente nel centro geografico dell'isola e celebra la dedizione e il duro lavoro dei contadini. L'opera si compone di un complesso di edifici bianchi bassi, nel tipico stile canaro, che riproducono un villaggio campestre, con botteghe artigiane e abitazioni tipiche.

8. Charco del Palo

Risalendo la costa orientale verso nord si giunge a questa località. L'anonimo agglomerato di case che fronteggia l'oceano ha in serbo una sorpresa. Qui si trovano infatti delle magnifiche piscine naturali, insenature rocciose dove i bagnanti si godono le acque tranquille, riparati dalle onde. Vale sicuramente una sosta per un bagno rigenerante!

9. Giardino dei cactus

Il grazioso Jardin de Cactus è un'altra delle opere di Manrique. Il giardino ospita quasi 1500 specie di cactus, dalle forme e dimensioni più varie. I sentieri che l'attraversano offrono l'occasione per una rilassante passeggiata. Come per le altre opere dell'artista, anche questa si integra perfettamente con la natura circostante. Dal grande mulino a vento si gode di una vista d'insieme su tutto il giardino e oltre.

Giardino di cactus - Silvia Romio PhotographyGiardino di cactus - Silvia Romio Photography

10. Jameos del Agua

Di tutte le opere di Manrique, questa è quella dove l'integrazione tra arte e natura raggiunge l'apice. Siamo all'interno del Parco Naturale Malpaís de La Corona, il vulcano del nord dell'isola. Qui si trovano dei tunnel sotterranei scavati dalla lava durante l'eruzione del vulcano, risalente a ca. 3000 anni fa. L'opera di Manrique, un complesso di bassi edifici bianchi, sorge proprio sopra ai tunnel e attorno ad un laghetto sotterraneo dove vive una rara specie di granchi bianchi.

11. Cueva de los Verdes

Dall'altra parte della strada rispetto a Los Jameos si trova quest'altra opera, tutta naturale. Si tratta di una galleria sotterranea lunga circa un chilometro, anch'essa frutto dell'eruzione del vulcano La Corona. Il luogo più impressionante è un'ampia camera simile a un teatro, usata per concerti ed eventi.

12. Playa Famara

Situata nella costa occidentale, Playa Famara è la spiaggia più selvaggia di Lanzarote. Sferzata dai venti, è il paradiso dei surfisti mentre è poco adatta per la balneazione. Se però volete semplicemente passeggiare su un'arenile deserto e silenzioso, questo è il posto giusto.

13. Teguise

Nell'entroterra a nord di Lanzarote si trova la graziosa cittadina di Teguise. Un tempo capitale dell'isola, oggi è conosciuta sopratutto per il mercato della domenica mattina, quando centinaia di turisti si riversano per le strette e bianche viuzze. Questo è il posto giusto per trovare souvenir simpatici, ma in alta stagione le folle possono essere davvero opprimenti.

14. Casa museo Spinola

Questa casa museo nel centro di Teguise è ospitata in un palazzo del 1700 che funse anche da residenza ufficiale del governo di Lanzarote. La collezione include diversi oggetti di artigianato e strumenti musicali che illustrano il folclore locale.

15. Mirador del Rio

Il viaggio dal sud al nord di Lanzarote termina al Mirador del Rio. Altra opera di Manrique che ne testimonia l'estrosità, si tratta di un edificio costruito sulla sommità di un promontorio. Dalla terrazza panoramica si gode di una spettacolare vista sulla piccola Isola di La Graciosa. Portatevi un maglione, il vento è implacabile ma la vista è assolutamente favolosa!

Mirador del Rio  - Silvia Romio PhotographyMirador del Rio - Silvia Romio Photography

Photo Credit

Foto di copertina: Playa Chica a Puerto del Carmen, Lanzarote

LEGGI ANCHE: Le 15 cose da vedere a Tenerife, l'isola dei due mondi!