Non è necessario spendere una fortuna per visitarla. Basta scegliere il periodo giusto, alloggiare in un bell'ostello e conoscere qualche trucco.

Andare a Miami e risparmiare. Sembra impossibile, eppure soggiornare nella capitale del jet-set, tra ville lussuosissime di stilisti e attori, è più facile del previsto, senza spendere una fortuna. Non conta solo la buona sorte di trovare un volo last minute a pochi euro o alloggiare in hotel spartani.

Il periodo "low cost"

La prima regola per risparmiare a Miami è il periodo in cui si decide di partire. Il periodo che va da maggio a ottobre, per esempio, è il più piovoso dell'anno e offre diverse opportunità economiche, mentre i prezzi di hotel e voli divengono quasi proibitivi da gennaio ad aprile, quando le spiagge della Florida sono molto ricercate dai turisti americani e la città si riempie di eventi.

Chi vuole risparmiare deve evitare assolutamente di raggiungere Miami quando si tengono il Miami Art Basel (3-6 dicembre 2015) e soprattutto il Winter Music Conference, incontro mondiale dei migliori produttori di musica dance elettronica con workshop e discoteche all'aperto (fine marzo 2016).

LEGGI ANCHE: Le location più famose di Miami: tra film e serie TV!

Bagnino di vedetta a Miami BeachBagnino di vedetta a Miami Beach

Andar per ostelli

A Miami si può risparmiare anche sull'alloggio. Ci sono, in città, alcuni ostelli dove soggiornare a prezzi davvero convenienti. Il più caratteristico è certamente il Freehand Miami (2727 Indian Creek Drive, Miami Beach, 33140), reinvenzione dello storico Indian Creek Hotel, uno degli edifici Art Déco di Miami Beach degli anni trenta. Situato in posizione centrale all'angolo tra la 28th Street e Indian Creek Drive, è a pochi isolati da destinazioni popolari come il Miami Beach Convention Center, Ocean Drive, Lincoln Road Mall e tutti i ristoranti e locali notturni di South Beach. I prezzi per settembre in camera privata vanno dai 100 dollari in su a notte.

1) Hall del Freehand di Miami @Courtesy Freehand (photo: Justin Namon)Hall del Freehand di Miami @Courtesy Freehand (photo: Justin Namon)

Per chi preferisce risparmiare ulteriormente, un posto letto in una camerata parte dai 25 dollari. Più moderno e colorato è il Miami Beach International Travelers Hostel (236 9th Street). Questo ha uno stile spartano che non rinuncia però a decorazioni che richiamano la pop art. Si trova proprio al centro del quartiere Art Déco, a pochi passi da una delle spiagge più famose del mondo e dai migliori ristoranti, pub, discoteche e negozi di Miami. Si tratta di uno dei pochi ostelli in città con bagno privato in tutte le camere (fino a sei persone) e offre tre diverse aree comuni, tra cui una sala giochi, un salone e una terrazza all'aperto. A settembre si può riservare una camera doppia per una notte al prezzo di 50 dollari, oppure un letto in camerata "mista" a 35 dollari.

Tuttavia, si può risparmiare anche in queste altre due strutture: il Beds 'n Drinks Hostel (1676, James Avenue, South Beach Miami) e il Jazz Hostel on South Beach (321 Collins Avenue, Miami). Il primo è in stile Art Déco ed è stato recentemente ristrutturato dall'architetto Allan Shlulman. Offre camere da quattro o otto letti, o camere doppie private. Chi sceglie di risparmiare qui può avere un letto a settembre in camere da otto al prezzo di 25 dollari. In ogni caso una camera doppia nello stesso periodo può raggiungere i 100 dollari.

Il secondo è il più spartano di tutti e la qualità è sensibilmente inferiore agli altri segnalati. In ogni modo è l'ostello ideale per gli amanti della discoteca. Gli ospiti, infatti, hanno diritto a biglietti gratis o a sconti per partecipare ai party organizzati nei club della zona. Un letto in camerata (da 12 persone) a settembre costa appena 14 dollari (mentre per una camera doppia i prezzi si aggirano intorno ai 50 dollari).

LEGGI ANCHE: L'art Decò a Miami!

Mare e divertimento

Dopo aver trovato l'alloggio che fa per voi, non rimane che dedicarvi al divertimento, senza spendere una fortuna. Chi va a Miami non può rinunciare a qualche ora da trascorrere al mare. Sono molte le spiagge libere in città. Certamente la più affascinante è South Beach. Qui i ragazzi si divertono a cavalcare le onde sulle loro colorate tavole e le ragazze giocano a beach volley. Insomma, proprio come in un film. Inoltre, questa spiaggia è anche la più fornita di servizi e chioschi, dove acquistare bibite e panini e dove farsi una doccia dopo un rifrescante bagno.

South Beach, Miami Picture by James Willamor - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) via Flickr (https://www.flickr.com/photos/bz3rk/3523794091)South Beach, Miami Picture by James Willamor - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) via Flickr (https://www.flickr.com/photos/bz3rk/3523794091)

Più tranquilla è la spiaggia "Central", tra Collins Avenue, 21 th Street e 46th Street, dove si può prendere la tintarella senza essere disturbati o fare jogging lungo la battigia. Ci sono anche magnifici lidi a pagamento a prezzi veramente modici poco fuori città. Il più interessante è il Crandon Park Beach (6747 Crandon Boulevard, Key Biscayne). Il prezzo di ingresso è compreso tra i 5 e i 6 dollari (dipende dal periodo) e si può usufruire di aree barbecue, ombrelloni e campi da beach volley realizzati su una lingua di sabbia che divide la laguna di Crandon Park dal mare.

Non lontano da qui, al Bayfront Park, si tengono enormi lezioni di Yoga ogni lunedì, mercoledì e sabato, all'alba in riva al mare.

Cosa vedere a Miami gratuitamente

Sempre nei dintorni di Miami è imperdibile una visita allo storico faro del Bill Baggs Cape Florida State Park. Qui è possibile salire gratuitamente fino alla sua cima, percorrendo ben 109 scalini.

In città, invece, è obbligatoria una passeggiata sul lungomare di Ocean Drive, dal porto alla Washington Avenue, attraversando lo storico quartiere Art Déco, dove apprezzare gli edifici più belli di Miami. A Calle Ocho si respira l'aria di Cuba (SW 8th Street). Questa strada è il principale punto di riferimento del quartiere denominato "Little Havana". Qui si può gustare un ottimo caffè cubano e acquistare i famosi sigari. Inoltre, ogni venerdì, si tiene il Viernes Culturales, con artisti di strada, musiche e - ovviamente - cibo.

****!

Ocean Drive, Miami Beach  Picture by chensiyuan - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) via Wikimedia Commons (https://sw.wikipedia.org/wiki/Picha:Ocean_drive_south_beach_miami_night.JPG)Ocean Drive, Miami Beach Picture by chensiyuan - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/) via Wikimedia Commons (https://sw.wikipedia.org/wiki/Picha:Ocean_drive_south_beach_miami_night.JPG)

I musei più belli

Chi raggiunge Miami e non vuole spendere una fortuna, non deve rinunciare nemmeno ai musei. L'Art Museum (101 W. Flagler Street), dove è possibile ammirare opere d'arte del Novecento e contemporanee, può essere visitato gratuitamente dalle famiglie il secondo sabato di ogni mese.

Il Museum of Contemporary Art (770 NE 125th Street) ha invece prezzi di ingresso realmente low cost: 5 dollari per gli adulti e 3 per gli studenti. Ogni ultimo venerdì del mese il museo organizza un concerto gratuito nella piazza antistante l'ingresso.

Per spostarsi

Per muoversi senza auto c'è il Metromover, una metropolitana leggera sopraelevata che si sposta lungo le principali attrazioni della città. Questo mezzo è completamente gratuito.

Photo Credit

Foto di copertina: Downtown di Miami visto da nord nel 2011 - By LonnyPaul - Own work, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=18665592