3 giorni a Vienna, la città di Sissi, degli schnitzel e della Sacher, dei giardini del Belvedere e di Schonnbrun, delle opere di Klimt, Kokoschka, Schiele.

Sabato ore 10

Visita al Museo di Sissi e agli Appartamenti Imperiali, dentro Hofburg (Michaelerkuppel, 1010), il complesso imperiale in parte riservato alla residenza del Presidente. Ammirate i gioielli e i vestiti della bella Elisabetta di Baviera e gli splendidi uffici di Franz, e nel Museo dell'Argenteria divertitevi a rievocare lo stile pomposo dei banchetti degli Asburgo nei secoli scorsi.

Sabato ore 13

Trovate super costolette da Ribs of Vienna (Weihburggasse 22 ), accanto al Duomo; le ribs vi verranno proposte con tante salse di accompagnamento, nei rustici sotterranei di un palazzo storico. Per un pranzo veloce invece consigliamo birra e deliziose tartine da Trzesniewski (Dorotheergasse 1 ), da degustare in piedi accanto al bancone.

Sabato ore 15

Visita al Castello del Belvedere (Prinz Eugen-Straße 27), la dimora del principe Eugenio di Savoia, che la fece costruire a partire dalla fine del '600. La bella struttura va visitata anche per la collezione di opere di Klimt, nel Belvedere Superiore, accanto a quelle di Kokoschka e Schiele, e a capolavori del Biedermeier viennese, e per gli sfarzosi giardini alla francese, ornati da una maestosa fontana.

Il celebre "Bacio" di Klimt è conservato nella Österreichische Galerie del Belvedere, insieme ad altri suoi capolavori. Gustav Klimt  , via Wikimedia CommonsIl celebre "Bacio" di Klimt è conservato nella Österreichische Galerie del Belvedere, insieme ad altri suoi capolavori. Gustav Klimt , via Wikimedia Commons

Sabato ore 20

Se impazzite per la Sacher Torte dovete renderle omaggio cenando all'hotel che le dà il nome, in Philharmonikerstraße No. 4. Rimarrete stupefatti dalla bellezza degli ambienti, rivestiti di velluto verde, e dalla cucina raffinata. Se però quello che volete mangiare è il miglior schnitzel della città, allora prenotate da Figlmuller, dove la cotoletta sottile e croccante - si dice sia stata inventata qui - vi incanterà, a meno che non siate puristi difensori di quella alla milanese.

Una fetta di Sacher torte è sicuramente il dessert da scegliere almeno una volta se si visita Vienna, magari proprio al Sacher Hotel. By Bing - Flickr: Austrian Bakery, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=32120285Una fetta di Sacher torte è sicuramente il dessert da scegliere almeno una volta se si visita Vienna, magari proprio al Sacher Hotel. By Bing - Flickr: Austrian Bakery, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=32120285

Domenica ore 10

Visitate la Cattedrale di Santo Stefano, salendo sulla torre sud per ammirare la vista sulla città, poi passeggiate sulla Ringstrasse per godere delle facciate dei monumenti e palazzi neorinascimentali più rappresentativi: il Parlamento, l'Opera, il Municipio, il Museo di Storia dell'Arte e quello di Storia Naturale. Se avete tempo, considerate l'idea di visitare uno dei due musei, meritano molto, il primo per i quadri di Arcimboldo - per esempio -, il secondo per la collezione di meteoriti.

Domenica ore 13

Da Melker Stiftskeller (Schottengasse 3) fanno un ottimo stinco di maiale, ma se avete intenzione di visitare un museo nel pomeriggio è meglio optare per un fast lunch con un hot dog apprezzato molto dai locali, quello di Bitzinger (Augustinerstrasse 1 ), di fronte all'Albertina.

Domenica ore 15

Se avete mangiato l'hot dog significa che avete già deciso di visitare il museo di fronte, l'Albertina, che propone ogni anno alcune delle mostre temporanee più belle al mondo, oltre a una enorme collezione permanente di stampe e disegni. Altrimenti optate per il Leopold Museum, (Museumsplatz 1), dove imparerete tutto sul Liberty e su Schiele.

Domenica ore 20

La cena con la vista panoramica più stupefacente si fa al ristorante della Torre del Danubio (Donauturmstrasse, 4), ma se non avete intenzione di fare romantici e vi siete affezionati allo stile rustico viennese, cenate da Purstner (Riemergasse 10 ) dove i privè sono ricavati da gigantesche botti di legno, perfette per mangiare il goulash in santa pace.

Lunedì

Riservate la giornata a Schönbrunn, la residenza estiva degli Asburgo del XVIII secolo (Schönbrunner Schloßstraße 47 ). Cominciate facendo colazione al Sisi-Buffet del Café Gloriette che si trova all'interno dell'omonimo edificio a colonnato nel parco della reggia, e poi passate alla visita dell'intero complesso.

Delle 1.441 stanze di questa meraviglia barocca, 190 sono aperte al pubblico, e di certo le più importanti sono la Grande Galleria e la Sala degli Specchi, come la bellissima Stanza delle Vecchie Lacche, un tempo ufficio di Francesco I, o la Camera dei Milioni, rivestita in palissandro. Nel parco invece ammirerete la Fontana di Nettuno, le Rovine Romane, la stupenda Serra delle Palme e i due labirinti.

La Grande Galleria di Schönbrunn è una delle principali sale da ammirare della bellissima residenza estiva degli imperatori. By Ralf Roletschek - Own work, GFDL 1.2, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39710438La Grande Galleria di Schönbrunn è una delle principali sale da ammirare della bellissima residenza estiva degli imperatori. By Ralf Roletschek - Own work, GFDL 1.2, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39710438

Photo credit

Foto di copertina: Il bellissimo Belvedere è una residenza principesca situata nel quartiere Landstraße, a sud del centro città. By Upper_Belvedere_LCD-toneedit2.jpg: Murdockcrc - Upper_Belvedere_LCD-toneedit2.jpg, CC BY 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=14058290