Campiglia Marittima

Guida di viaggio
Campiglia Marittima
Fare un viaggio a Campiglia Marittima significa visitare uno dei borghi più belli della Costa degli Etruschi.

Sorto su un colle in Val di Cornia si rivolge verso il mare Tirreno e la campagna circostante odorosa di aromi selvatici. La sua storia è segnata dalla presenza di giacimenti minerari dai quali, a partire dagli etruschi, vennero estratti minerali e metalli, quail rame, piombo argentifero, ferro e marmo, essenziali per il commercio del paese fino ai giorni d’oggi. L’atmofera medievale è stata protetta nel corso degli anni dalle mura che circondano il cuore della città e dalle tradizioni che tengono in vita sapori e pratiche perdute. Numerose sono le offerte viaggio a Campiglia Marittima per chi desidera esplorare questa zona dell’entroterra toscano.

Passeggiare per le caratteristiche vie del centro storico farà perdere al visitatore la cognizione del tempo, una volta varcata la cinta muraria da una delle tre entrate principali si è subito stupiti dall’armonia architettonica degli edifici storici, le botteghe artigianali, le locande, ed i musei si affacciano invitando I passanti ad entrare. Il dominio di Firenze dulla città è impresso nei mattoni del Palazzo Pretorio sulla cui facciata sono ancora visibili gli stemmi dei podestà che si sono susseguiti in epoca rinascimentale, questo edificio duecentesco dotato di una torre che sovrasta la città, è sede dell’Archivio Storico, della Biblioteca dei Ragazzi, del Museo Carlo Guarnieri e del Museo dei Minerali, primo Circolo Mineralogico in Italia. Attraversando Piazza della Repubblica si giunge alla carartteristica Piazza del Mercato dove ci si può concedere una pausa prima di proseguire verso il vicino Teatro Concordi, edificio ottocentesco dove vengono allestite interessanti rappresentazioni teatrali. Visitando la cittadina nel mese di Maggio si viene sorpresi dalla Giornata Storica durante la quale i cittadini del borgo si cimentano nella corsa del palio, al tiro con l’arco, e, grazie ai costumi d’epoca, fanno rivivere scene di vita quotidiana del passato, antichi lavori perduti e tecniche di lavorazione artigianale sconosciute alle nuove generazioni.

Sulle colline a nord di Campiglia si estende il Parco Archeominerario di San Silvestro, interessante per chi desidera ripercorrere la storia mineraria del paese, oltre che godere della vista panoramica sul borgo immerso nella natura. All’ingresso del Parco si è accolti dal Museo del Temperino che propone oltre alla mostra un percorso in galleria di 360 metri alla scoperta della Miniera del Temperino da qui, attraverso diversi percorsi di trekking o utilizzando i trasporti messi a disposizione dal parco, è possible raggiungere la Rocca San Silvestro, dalla cima di questo villaggio fortificato del X secolo è possible vedere, tra le distese di vigneti e boschi delle Valli, la Torre di San Vincenzo e la Rocca di Campiglia. Quest’ultima ospita il Museo della Rocca di Campiglia, antico villaggio medievale arroccato sulla cima più alta della città

Questa è una terra generosa, i suoi vigneti regalano uno degli oli toscani più pregiati e lungo la Strada del Vino della Costa degli Etruschi viene prodotto tra I magnifici paesaggi di uliveti e vigne il Vino DOC Val di Cornia I vini bianchi o il Vin Santo esaltano il sapore della schiaccia campigliese, torta tipica di Campiglia preparata secondo la ricetta tradizionale. Se si partecipa alla Cena Medievale, suggestivo banchetto imbandido ad Agosto, si avrà l’opportunità di assaggiare gli stessi sapori ma cucinati secondo la radizione dell’epoca.

La frazione di Venturina è celebre per la sorgente d’acqua calda che alimenta le Terme di Caldana, già note in epoca etrusco-romana, oggi sono una destinazione ideale per la salute della mente e del corpo. Le offerte last minute a Campiglia Marittima sono un’occasione per scoprire questo borgo medievale che si è sviluppato in armonia con il territorio collinare sul quale è sorto in tempi antichissimi