Stintino

Guida di viaggio
Foto fornita da Expedia
La scoperta della Sardegna continua, ed oggi lo facciamo con un viaggio a Stintino. Deliziosa cittadina sul golfo dell'Asinara, a nord della costa orientale dell’isola, ha una data di nascita molto precisa, ovvero il 1885, quando le famiglie dei pescatori che abitavano l'isola dell'Asinara furono sfrattate per far posto alla colonia penale, dovendo cosí fondare un nuovo insediamento a Capo Falcone. Oggi Stintino e la sua costa sono strettamente legate al turismo ed offrono soluzioni ed attività eterogenee per scoprire le sue bellezze e per godere al massimo dei suoi paesaggi. I due porti - Portu Mannu e Portu Minori - sono altresí attrezzati per il turismo nautico e completano le offerte viaggio a Stintino disponibile.

Tutta la costa di Stintino è orlata da candide spiagge, che fanno di questo paese uno dei più rinomati centri di villeggiatura di tutta la Sardegna. Di fronte all'isola Piana e all'Asinara, il paradiso della Spiaggia della Pelosa domina il paesaggio con il candore del suo arenile e la trasparenza delle sue acque. Ai piedi di Capo Falcone si estendono le spiagge di finissima sabbia bianca e dalle acque con sfumature cromatiche che vanno dal turchese all'azzurro. In lontananza, si riconoscono la torre della Pelosa, imponente costruzione seicentesca che troneggia sul litorale e l'antica torre saracena detta del Falcone. Il paesaggio tra la spiaggia e le isole antistanti appare come un mondo ricco e senza tempo e, sotto il mare, I fondali possiedono colori particolari che lo rendono unico nel suo genere.

Capo Falcone invece, è la propaggine finale della penisola di Stintino ci si può arrivare superata la spiaggia della Pelosa, dopo un breve tratto di curve. Capo Falcone è un paradiso selvaggio ed incontaminato: l'aspro promontorio, nei cui anfratti nidifica il falco pellegrino da cui prende il nome, si erge su un mare dai colori vibranti. Camminando si può giungere alla terrazza della torre del Falcone, che a 200m di altezza permette di ammirare l'Isola Piana, l'Asinara e la costa da Castelsardo a Capo Caccia in un’unica prospettiva panoramica mozzafiato. Il promontorio offre una straordinaria contrapposizione nei suoi due versanti. La costa ovest è caratterizzata da imponenti scogliere a strapiombo sul cosiddetto "mare di fuori", blu intenso e spesso battuto dai venti la costa orientale invece, presenta un mare cristallino calmo, chiamato "mare di dentro", che offre incantevoli spiagge.

Dal Porto Nuovo è possibile raggiungere l'incontaminata oasi naturalistica del Parco Nazionale dell'Asinara. Il profilo costiero del parco presenta alte falesie scistose nella costa occidentale, ampie insenature e piccole spiagge, tipiche della morfologia granitica a ria. La vegetazione ha i caratteri tipici della macchia mediterranea e molto rilevante è anche la fauna, che annovera circa 80 specie selvatiche, tra i quali il muflone, il cinghiale, il cavallo, l’asinello sardo e il caratteristico asinello albino. Se siete amanti delle passeggiate e delle escursioni naturali, esistono servizi di visite guidate organizzate all’interno del parco, con barconi autorizzati che possono navigare lungo il profilo costiero e fuoristrada per la visita dell'entroterra. Ultima, ma non in importanza da lasciarsela sfuggire, la Spiaggia de La Pelosetta è delimitata oltre Capo Falcone, e presenta in larga misura scogli ed uno scarso arenile. La sua bellezza deriva dalla sua scenografica ubicazione di fronte all'isolotto della Pelosa, mentre a destra si trovano le isole Piana e l'Asinara. È interessante anche la possibilità di accedere all'isolotto attraverso un guado naturale circondato da un mare meravigliosamente limpido.

A pochi chilometri dall'abitato, in prossimità del mare, sorgono le antiche tonnare che fino al XX secolo erano una delle principali fonti economiche del paese, oggi, ristrutturate e destinate a scopi turistico-ricreativi. Qui, il Museo della Tonnara espone una raccolta di documenti, oggetti, foto e modellini che raccontano il ciclo di vita del tonno ed illustrano le varie fasi della mattanza. Se volete gustare I prodotti tipici e la cucina sarda nord occidentale (che predilige pesce ma ha anche molto da offrire sui piatti di terra) una garanzia locale è l’agriturismo Depalmas in località preddu nieddu che, nonostante la sua ubicazione nell’entroterra è quello piú consigliato dai residenti. Se invece volete rimanere piú comodi in paese senza prender la macchia, L’Ancora Porticciolo, La Pelosetta e La Terrazza sono altrettante garanzie. Ora che sapete qualcosa in più della magia della costa nord-orientale che si affaccia sull’isola dell’Asinara, non vi resta che prenotare il vostro viaggio tra le offerte last minute a Stintino.

Hotel Ristorante Silvestrino
Hotel Ristorante Silvestrino
3 out of 5
Via Sassari, 14, Stintino, SS
Il prezzo è 129 € a notte nel periodo 24 giu - 25 giu
129 €
a notte