Per gli amanti delle vacanze in città non c'è meta migliore di Parigi. Il suo clima culturale vivace, la sua storia affascinante e la varietà di paesaggi urbani offerta dai suoi quartieri donano alla capitale francese un'aura romantica alla quale è impossibile resistere.

Con l'arrivo della bella stagione Parigi si risveglia riscoprendo, man mano che le giornate si fanno più lunghe, la magia di una destinazione ricca di vita e di tesori da scoprire. Ecco quindi 7 cose da fare a Parigi in primavera, privilegiando le perle meno conosciute rispetto alle escursioni più classiche.

1. Parigi dal sellino di una bici è ancora più bella

A primavera torna la voglia di scoprire posti nuovi e stare all'aria aperta, perché non unire le due cose esplorando la città in bicicletta? La capitale francese ha messo a disposizione Vélib', un servizio di noleggio bici elettriche con stazioni di ricarica sparse in tutta la città, dando la possibilità a cittadini e turisti di muoversi liberamente nel più completo rispetto dell'ambiente. Noi vi consigliamo di scoprire la Rive Gauche con il vento tra i capelli ma siamo sicuri che, una volta in sella, vorrete continuare a pedalare fino a raggiungere anche ogni angolo della Rive Droite.

2. Scoprite la forma d'arte più contemporanea a Butte aux Cailles

Potremmo definire Butte aux Cailles come il nuovo Montmartre: le sue stradine acciottolate, poco frequentate dai turisti, ma note a chi apprezza la street art, sono decorate da murales colorati e fantasiosi. Nelle vecchie cantine e nei localini che affacciano sulle sue strade, lontanissime dagli stereotipi spesso associati alla capitale francese, potrete assaggiare delle pietanze saporite e gustare dell'ottimo Bordeaux all'aperto, ammirando un panorama sgargiante e accogliente.

Paris_13e_Cinq-Diamants_Butte-aux-Cailles_1.jpg?1587570640

Di Ordifana75 - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4481495

3. I giardini in città

Quale posto migliore per celebrare la primavera se non i bellissimi giardini parigini? Il Jardin du Luxembourg è un'esplosione di fiori e di colori dove potete trascorrere qualche ora passeggiando tra le statue di personaggi famosi, come Baudelaire, con il sottofondo della Fontana dei Medici a tenervi compagnia.

Il Jardin des Plantes, a poche fermate di Metro (o a un paio di km a piedi), fa parte invece del Museo di Storia Naturale ed è l'orto botanico più grande di tutta la Francia. Fondato nel 1626, ospita serre con piante esotiche, un giardino delle rose, uno delle peonie e altre meraviglie floreali, oltre a uno zoo tra i più antichi del mondo, quindi è perfetto anche se nel vostro gruppo ci sono dei piccoli esploratori in erba.

4. Non solo natura: spazio alla cultura

Sempre sulla Rive Gauche, nei pressi della cattedrale di Notre-Dame de Paris, c'è una piccola e antica libreria dove il tempo sembra essersi fermato. Negli anni la Shakespeare and Company è stata un punto di ritrovo per scrittori come Hemingway e Joyce e ancora oggi si respira la stessa atmosfera vivace grazie alle letture e ai concerti che, con l'arrivo della bella stagione, vengono organizzati nella piazzetta di fronte alla libreria e all'omonimo caffè.

1620px-Shakespeare_and_Company_bookstore__Paris_13_August_2013.jpg?1587570719

Shakespeare and Company bookstore, Paris - By Shadowgate from Novara, ITALY - Pantheon, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=41266234### 5. Trovarsi in campagna a Parigi

Addentrandovi nel XX Arrondissemant e lasciandovi alle spalle il cimitero monumentale di Père-Lachaise, varcherete i confini di un idilliaco paesaggio cittadino conosciuto come "La campagna a Parigi": un quartiere tranquillo e sofisticato, in cui si susseguono villette avvolte dall'edera e dal glicine. Immaginatevi immersi nel turbinio di profumi e colori nella stagione più fiorita dell'anno: la vostra vacanza si trasformerà in un sogno a occhi aperti.

6. Shopping a Saint-Ouen

Scelto da Woody Allen per girare alcune scene di Midnight in Paris, il mercato delle pulci di Saint-Ouen (o più semplicemente Les Puces) è il più grande del mondo e le sue 14 sezioni si diramano per diversi isolati dell'omonimo villaggio alla periferia nord di Parigi. Tra le migliaia di bancarelle e negozietti troverete oggetti d'arte e antiquariato, arredamento e abbigliamento di seconda mano, dischi, stampe e sorprese infinite. Se il vostro viaggio si svolge all'inizio della stagione, sappiate che parte del mercato è al coperto: quindi potrete ripararvi dai possibili acquazzoni primaverili, se invece il vostro soggiorno ha luogo verso giugno, potrete assistere agli eventi collaterali, come il festival jazz o le varie performance teatrali e musicali a cielo aperto.

7. Una conclusione regale: un'escursione a Versailles

Lasciate la città alle spalle e immergetevi nella luminosa magnificenza della Reggia di Versailles. L'area è talmente vasta che una visita di mezza giornata potrebbe non bastarvi, ma se seguite i nostri consigli e vi concentrate su 15 cose da vedere tra palazzi e giardini saprete esattamente come muovervi. Il sole che illumina i giardini fioriti e si riflette sulle decorazioni dorate del castello sembrerà ancora più splendente nelle limpide giornate primaverili.

1440px-Vue_a%C3%A9rienne_du_domaine_de_Versailles_par_ToucanWings_-_Creative_Commons_By_Sa_3.0_-_073.jpg?1587570796

Aerial view of the Palace of Versailles, France - Di ToucanWings - Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=28505340 La struttura urbanistica della Ville Lumière è perfetta per le lunghe passeggiate e la bella stagione sembra fatta apposta per indossare un paio di scarpe comode e lasciare decidere l'itinerario ai propri piedi, svolta dopo svolta. Quindi non vi resta che scegliere il vostro hotel a Parigi e programmare il soggiorno primaverile perfetto!#### Photo Credits

Foto di copertina: Credit: Tourism Media