Visitare la Statua della Libertà di New York è un'esperienza che milioni di turisti si concedono ogni anno, aggiungendovi di norma una puntata alla vicina e altrettanto interessante isola di Ellis Island. Qui dal 1892 al 1954 si trovava il principale punto di approdo degli immigrati europei che raggiungevano gli USA via mare. Prima di intraprendere la vostra visita a Lady Liberty date un'occhiata alle informazioni pratiche che abbiamo raccolto per voi qui sotto.

Dove si trova la Statua della Libertà

Pochi monumenti al mondo hanno un valore simbolico pari a quello del gigantesco monumento che dal 1886 si erge sull'isolotto di Liberty Island, all'ingresso del porto delle Grande Mela, e che da allora è stato immortalato in innumerevoli film, cartoline, poster e ogni altro tipo di immagine.

Come raggiungere la Statua della Libertà: imbarco traghetto

Raggiungere la Statua della Libertà è semplice: dovete imbarcarvi per Liberty Island sul traghetto della Statue Cruises in partenza da Battery Park, all'estremità meridionale di Manhattan. Alzatevi presto e cercate di essere al molo di buon'ora: la coda per imbarcarsi potrebbe essere molto estesa e i controlli di sicurezza sono sempre lunghi e meticolosi. Il primo battello salpa in estate alle 08:30 e in inverno alle 09:30 (gli ultimi rispettivamente alle 15:30 e alle 17:00) e raggiunge Liberty Island in circa un quarto d'ora per proseguire quindi per Ellis Island e tornare infine a Manhattan. In alternativa, potete prendere un traghetto della stessa compagnia in partenza dal Liberty State Park sull'altra sponda del fiume Hudson, in New Jersey. I primi e ultimi battelli partono agli stessi orari ma durante la giornata sono molto meno frequenti; a differenza di quelli in partenza da Manhattan toccano prima Ellis Island e quindi Liberty Island.

1620px-Liberty_Island_photo_D_Ramey_Logan.jpg?1582647757

Liberty Island - By Photograph by D Ramey Logan, CC BY 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=37298835### Altezza e biglietti Statua della Libertà

L'ingresso a Liberty Island è sempre tutt'uno con il biglietto del battello e si divide in quattro tipologie. Il ticket di base prevede il solo accesso all'isolotto e non consente di entrare nella statua. Con il Pedestal Access si possono percorrere i 215 gradini fino alla grande balconata che fa da cornice superiore al piedistallo a 47 metri di altezza. Il Crown Ticket consente di percorrere anche i successivi 356 gradini della ripida scala a chiocciola che porta fino alla corona a poco meno di 93 metri dal suolo. Le ultime due tipologie di biglietti sono a disponibilità limitata: comprateli on line con quanto più possibile anticipo. Tutti i biglietti includono inoltre un servizio di audioguida e il successivo accesso a Ellis Island con il suo interessante Museo dell'Immigrazione. Il quarto tipo di biglietto, l'Hard Hat Tour, comprende il ticket di base e la visita guidata di alcune suggestive aree non ancora restaurate, e altrimenti non aperte al pubblico di Ellis Island, tra cui l'ospedale dove gli immigrati venivano messi in quarantena. Qui il celebre artista francese JR ha realizzato una toccante installazione a tema. Tenete presente che non potete portare con voi borse o zaini voluminosi. Zaini anche piccoli, borse, passeggini, laptop, tablet nonché qualsiasi cibo e bevanda (eccetto acqua in bottiglie di plastica trasparenti) sono inoltre proibiti a partire dal piedistallo e li dovete lasciare nell'apposito deposito di sicurezza.

1440px-Statue_of_Liberty__NY.jpg?1582647595Di William Warby - originally posted to Flickr as Statue of Liberty, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=4800579

Il Museo della Statua della Libertà

Un'ulteriore attrazione inclusa in tutte le tipologie di biglietto è il nuovo museo, inaugurato a maggio 2019, dedicato all'affascinate storia della statua e ai valori che rappresenta. Passeggiando intorno alla gigantesca torcia originale che Lady Liberty ha sorretto fino al 1984, quando fu sostituita da quella attuale, potrete scoprirne le sorprendenti caratteristiche tecniche e molte altre curiosità. Questa gigantesca struttura fu progettata e costruita in Francia dallo sculture Bartholdi, con la collaborazione tecnica dell'ingegner Eiffel, e quindi trasportata e assemblata dall'altra parte dell'oceano in occasione del centenario della Dichiarazione d'Indipendenza degli Stati Uniti d'America. Tranquilli... qui non vi aspettano sale noiose e pezzi di antiquariato: le diverse sezioni del museo sono infatti multimediali e interattive.

Perché non un tour?

Un'ottima e comoda alternativa alla visita fai-da-te potrebbe essere un tour guidato alla Statua della Libertà e a Ellis Island con cui risparmierete sicuramente tempo. Perché non includere poi la visita a Lady Liberty nel New York Pass all-inclusive? Potrete acquistarlo già prima di mettervi in viaggio e include l'accesso a tutte le altre maggiori attrazioni della Grande Mela per un periodo compreso fra uno e dieci giorni. Così non dovrete più fare i biglietti di volta in volta e spesso potrete anche saltare la fila all'ingresso grazie a una corsia rapida riservata.

statue-of-liberty-267948_1920.jpg?1582647878

La visita alla Statua della Libertà di New York e a Ellis Island, partendo al mattino presto, vi impegnerà circa mezza giornata. Se avete poco tempo o volete solo scattare qualche foto al colosso di acciaio e rame, vi consigliamo di prendere un normale traghetto di linea da Manhattan per il borough di Staten Island per averlo davanti agli occhi in tutta la sua magnificenza. La Statua della Libertà è in ogni caso soltanto una delle numerose cose da vedere a New York: pianificate il vostro soggiorno per cercare di vederne quante più possibile.

LEGGI ANCHE: Statua della Libertà: 15 cose da sapere sul simbolo di New York!

Photo Credits

Foto di copertina: Statua della Libertà, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=123780

LEGGI ANCHE: Skyline New York: i 10 grattacieli più belli!